Il labrador Jedi salva il padroncino Luke, la storia incredibile del cane fiuta diabete

Il labrador Jedi è riuscito a salvare il sui padroncino di 7 anni, Luke, grazie alla sua incredibile capacità di fiutare il diabete. Il cane, infatti, è un "medical detector".

Luke Jedi cane fiuta diabete

Il labrador Jedi è riuscito a salvare il suo padroncino di 7 anni, Luke, grazie alla sua incredibile capacità di fiutare il diabete. Il cane, infatti, è un “medical detector”.

La notizia che sta circolando sul web nelle ultime ore ha davvero dell’incredibile, ma è assolutamente vera. Un cane, infatti, è riuscito a salvare il suo padroncino di soli 7 anni da un grave attacco glicemico. Jedi, un labrador nero corvino, e Luke Nuttell, bambino diabetico di 7 anni, sono famosi ormai da anni sul web, da quando la mamma Dorrie nel 2012 ha aperto la pagina Facebook Saving Luke – Luke and Jedi – Fighting Type 1 Diabetes Together.

Il piccolo, infatti, ha il diabete di tipo 1 e a volte soffre di attacchi a causa di picchi glicemici, che potrebbero costargli la vita. Le sue crisi ipoglicemiche sono puntualmente controllate dal monitor elettronico, che Luke porta sempre con sé. Ma c’è qualcos’altro che sembra apparentemente essere più affidabile dell’apparecchio: il cane Jedi, che è un vero e proprio “medical detector“.

Questo bellissimo labrador, infatti, è un cucciolo addestrato in modo tale da comunicare alla mamma Dorrie, a suo modo, quando il piccolo Luke Nuttell subisce dei cambiamenti di zucchero nel sangue. Jedi è in grado di notare le variazioni e i mutamenti del padroncino Luke, che durante gli attacchi perde sensibilità nelle mani e nei piedi, soffre di vertigini, ha dolori allo stomaco ed è a rischio di convulsioni.

Pochi giorni fa, la mamma Dorrie ha sentito il labrador agitarsi come un pazzo, abbaiare e non stare fermo: ha subito capito stesse succedendo qualcosa a Luke, che effettivamente stava rischiando il collasso. I genitori del piccolo lo hanno immediatamente portato al pronto soccorso, e il cane Jedi è diventato subito l’idolo del web.

“Quella notte Jedi si agitava molto, così ho deciso controllare il monitor del glucosio, ma questo indicava che era tutto ok. Quindi mi sono rimessa a letto, ma Jedi continuava ad agitarsi, così ho punto il dito di Luke e il risultato era incredibilmente basso e non combaciava con quello fornito dal monitor.” – Queste le parole scritte da Dorrie Nuttell nella pagina ufficiale su Facebook dedicata al figlio Luke e al cane Jedi.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!