Il Commissario Montalbano ESCLUSIVO: la terrazza del set è abusiva?

montalbano terrazza abusiva

Il Commissario Montalbano: la Rai utilizza per il set una terrazza abusiva?

Fa ancora scandalo la storia della “terrazza di Montalbano“, situata a Punta Secca, nella provincia di Ragusa. La terrazza è ormai un set abituale della nota fiction di Rai Uno con Luca Zingaretti, Il Commissario Montalbano, molto apprezzata dai telespettatori.

Il programma tv Le Iene ha riportato a galla la questione della terrazza abusiva. Il quotidiano La Sicilia spiega che un inviato del programma ha consegnato al sindaco di Santa Croce Camerina alcuni documenti che dimostrano il fatto che la terrazza usata per il set della fiction sia abusiva.

Il Codacons ha presentato quindi un’istanza che prevede di abbatterla immediatamente, nel caso fosse davvero abusiva. Se la terrazza non è a norma – si esprime il Codacons – “va demolita seduta stante senza perdere più tempo”.

Ma ecco quanto spiega Pietro di Quattro, proprietario dell’immobile incriminato: “Le Iene partono da un presupposto reale ma arrivano a conclusioni sbagliate. Nel 1992 la Capitaneria di Porto ha riscontrato che sul demanio marittimo insisteva il mio terrazzo, così ne ha ordinato la demolizione. Io ho proposto ricorso e c’è stato un processo dinanzi alla Procura di Comiso dal quale sono risultato indenne, assolto per non aver commesso il fatto poiché ho dimostrato che nel 1925 mio nonno aveva comprato dallo Stato quella porzione di demanio marittimo dove oggi insiste il terrazzo”.

Sulla questione è intervenuto il Presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta: “Non si tocca (…) metteremo un vincolo monumentale sull’immobile in considerazione del valore storico e culturale che ha acquisito in omaggio al commissario Montalbano, a Camilleri e all’intera Sicilia che non merita i chiacchiericci scandalistici, tentando di riproporre il preconcetto di una terra dove tutto è sbagliato e mentre tanti tacciono sulle vere speculazioni dei palazzinari”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!