Juventus: quando sono gli uomini a creare i successi

Dal 1897 ad oggi il club piemontese si è reso protagonista di una scalata verso il successo incredibile tanto da poter vantare ben trentuno scudetti ed una delle poche squadre a livello europeo ad aver vinto tutti le coppe in palio (Coppa UEFA, Coppa delle Coppe, Coppa Campioni/Champions League, Supercoppa Europea e Coppa Intertoto). La fama di questo club, grazie ai suoi successi, ha conquistato tanti tifosi non solo in Italia ma anche nel mondo, ma allo stesso tempo si è guadagnata “l’odio” dei tifosi delle squadre avversarie soprattutto in Serie A.

La Federazione Internazionale di Storia e Statistica di Calcio, inoltre, ha conferito alla Juventus il titolo di miglior club italiano. Lo stesso inno ufficiale del club parla di “storia di un grande amore” e questo è assolutamente veritiero in quanto tutti i successi e le vittorie della squadra non derivano solo dai giocatori, ma da tutte le persone che ruotano intorno al club. Negli anni la Juventus ha avuto tra le sue fila numerosi campioni che hanno fatto la storia ed altri che la stanno ancora facendo. Tra i più recenti non possiamo menzionare i campioni degli anni ’80 come Dino Zoff, l’indimenticabile Gaetano Scirea, Tardelli, Paolo Rossi, Michel Platini. Negli anni ’90 Vialli, Baggio, Zidane ed il più amato da tutti i tifosi bianconeri, Alessandro Del Piero. Per finire con Gigi Buffon, l’attuale capitano della Vecchia Signora che ha ereditato la fascia proprio da Pinturicchio, e che alla veneranda età di 38 anni continua a dimostrare la sua grandezza.

Gran parte dei successi della Juventus degli ultimi 15 anni hanno la firma di Gianluigi Buffon. Stiamo parlando di un vero e proprio monumento del calcio italiano e mondiale in quanto in questi 20 anni di carriera è sempre stato considerato il top tra i pali. Un campione non solo sul campo ma anche dal punto di vista morale. Nel 2006, a pochi giorni dal trionfo ai Mondiali di Germania, ha scelto senza esitazione di restare alla Juventus appena retrocessa in Serie B. E ad una decisione del genere tutti i tifosi bianconeri non potranno che ringraziare in eterno il numero 1.

Tra tutti i record che Buffon è riuscito a conquistare ci sono: record dpresenze con la Nazionale Italiana (156), calciatore con maggior numero di presenze (54) nei campionati europei (qualificazioni + fase finale) ed è uno dei giocatori al mondo ad aver partecipato a più campionati mondiali (5). A questi aggiungiamo altri due record niente male: Buffon è il calciatore della Juventus con più presenze in Champions League (94) e il numero 1 con il record d’imbattibilità stabilito nella stagione attuale con ben 974 minuti. Avrà anche 38 anni suonati, ma Buffon è ancora il migliore in Italia. La dimostrazione, se ancora ce ne fosse bisogno, è l’ultima grande prestazione fornita dal portierone bianconero nel match di campionato contro il Milan dove ha praticamente stoppato le uniche due conclusioni di Mario Balotelli. Grazie a questi due miracoli Buffon ha permesso alla sua squadra di avvicinarsi prepotentemente alla vittoria dello storico quinto scudetto consecutivo. Mancano ancora alcune giornate, è vero, ma i bookmakers non sembrano avere molti dubbi su chi tra Juve e Napoli vincerà il campionato. E se sarà davvero così Buffon metterebbe nella sua personalissima bacheca lo scudetto numero 7, se non consideriamo i due cancellati da Calciopoli.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!