Coldplay, immagini surreali e commoventi per il loro nuovo spettacolare videoclip Up&Up

Coldplay

I Coldplay nel presentare il loro nuovo video di  Up&Up si sono mostrati estremamente entusiasti: – “E’ tra i più bei video che siano mai stati fatti”

ColdplaySono immagini suggestive e surreali quelle che danno forma a “Up&Up” dei Coldplay che hanno presentato il videoclip del terzo singolo estratto dall’album “A head full of dreams” e che sarà nelle radio da venerdì 20 maggio. Il video è stato realizzato per la band rock britannica dai registi israeliani Vania Heymann e Gal Muggia e colpisce per l’effetto magico creato attraverso la sovrapposizioni delle immagini. Il risultato è a dir poco sorprendente dato anche dalle scene di forte impatto emotivo scelte per la produzione del videoclip.

Il video attraverso immagini molto particolari del nostro pianeta, ambisce a raccontare i drammi della nostra epoca, dal surriscaldamento globale, al dramma dei migranti e della guerra, ma allo stesso tempo apre la mente al sogno, alla bellezza della natura e alla leggerezza che la musica può infondere allo spirito dell’essere umano, come se la musica fosse la chiave per guardare oltre le brutture della vita e pensare al futuro con speranza.

– “Il video di è un montaggio toccante e surrealistico che allude a diversi temi del mondo contemporaneo” è questo il commento che hanno fatto del video i registi Heymann e Muggia. Nel video i Coldplay appaiono come giganti avendo come sfondo le meraviglie del nostro mondo. Alle immagini satellitari della terra, si mescolano le figure dei componenti dei Coldpay oltre ad altre immagini della vita comune. C’è così la corsa dei cavalli sull’acqua o il tuffo nel celo tra le nuvole o la tartaruga che nuota nell’aria al fianco di una metropolitana o ancora un barcone carico di migranti in una vasca da bagno, un’enorme e bella farfalla posata su una piattaforma petrolifera in mezzo al mare così come un vulcano che erutta pop corn e tante altre immagini spettacolari capaci di lasciare a bocca aperta, emozionare ma soprattutto far riflettere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!