Legend – La leggenda dei fratelli Kray

 

Tom Hardy interpreta i fratelli Kray in Legend

 La storia, la leggenda dei gemelli Kray, due sanguinari gangster uniti dal sogno di dominare l’East End della Swinging London.

..Io e mio fratello regneremo su Londra..”

La pellicola, tratta dal libro ” The Profession of Violence: The Rise and Fall of the Kray Twins “scritto nel 1972 da John Pearson, ripercorre l’ascesa e la caduta dei fratelli Ronald e Reginald Kray nella Londra anni 60, interpretati entrambi da un Tom Hardy sempre più istrionico, ed è raccontata dalla voce fuori campo di Frances Shea, la sfortunata moglie di Reginald che qui ha il volto della brava Emily Browning.

Ronald e Reginald, Ronnie e Reggie, tanto folle e insicuro il primo quanto attraente e affabulatore il secondo, è il classico tema del doppio cui un Hardy in stato di grazia conferisce personalità complesse e sfaccettate, sono gemelli, uguali eppur completamente diversi.

Ronnie affetto da schizofrenia paranoide e apertamente gay, odiato e al contempo amato dal più riflessivo gemello Reggie che, incapace di contenerne le pulsioni, manderà tutto in rovina. Se è vero che il punto focale del film resta la carriera malavitosa dei Kray e il loro conflitto

il film Legend è ispirato alla storia dei fratelli Kray

 

familiare, resta innegabile lo sguardo affettuoso che il regista premio Oscar Brian Helgeland regala al personaggio di Frances, è proprio lei a conferire a Legend quella sensazione di disastro imminente, una ragazza giovanissima, figura forte nella sua determinazione di amare Reginald e tragica nella consapevolezza che il sentimento non può bastare, destinata a soccombere come tutti coloro che gravitano intorno a quel cordone ombelicale indistruttibile.

 

Se dal punto di vista interpretativo Legend risulta piacevolissimo, grazie anche al nutrito cast, da quello narrativo la pellicola perde mordente nella progressione degli avvenimenti, tutto risulta troppo lento e ordinario. La messa in scena è curatissima: costumi e fotografia notevoli, colonna sonora da brividi e alcune scene tecnicamente favolose (da antologia lo scontro dei gemelli al bar) non bastano a farne un capolavoro, la regia di Helgeland non osa, procede a passo incerto strizzando l’occhio a Scorsese senza andare oltre una fredda eleganza visiva.

i gemelli gangster Ronald e Reginald Kray hanno ispirato il film Legend

hLegend è una pellicola complessa da analizzare, un affresco crudo e cupo ma non coraggioso nell’approfondire l’aspetto leggendario di Ronald e Reginald Kray, due criminali paragonati a celebrità nella realtà dell’epoca, ben più sanguinari della controparte filmica. Resta magistrale l’interpretazione di Tom Hardy che dimostra di essere il miglior attore della sua generazione, forse penalizzato da un doppiaggio inadeguato.

 

 

Francesca Cicero: