Ritenzione idrica: la dieta del finocchio

Per combattere la ritenzione idrica, sgonfiare la pancia e aumentare il senso di sazietà basta un solo alleato: il finocchio.

Il finocchio è maggiormente conosciuto per le sue importanti proprietà digestive. Tuttavia, l’alto contenuto di minerali e vitamine dà a quest’ortaggio eccezionali proprietà depurative, in particolare a carico del fegato e del sangue. È, inoltre, un potente antinfiammatorio.

Immancabile nelle diete ipocaloriche, il finocchio contiene solo 9 Kcal ogni cento grammi ed è privo di grassi e ricco di fibre. Dunque è un alimento che non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole, sopratutto perchè ha un alto potere saziante.

Per coloro che soffrono di ritenzione idrica, causata da un’eccessiva assunzione di sale e zuccheri, e vogliono perdere qualche chilo di troppo sarà di grande aiuto depurare l’organismo con la dieta a base di finocchio. Ecco alcuni consigli base da seguire per combattere l’accumulo di liquidi nei tessuti perdendo un paio di chili in una settimana:

  • COLAZIONE: tazza di caffè d’orzo (senza zucchero o con dolcificante) e una di latte (200 ml) con 30 g di cornflakes.
  • SPUNTINO A METÀ MATTINA E METÀ POMERIGGIO: sgranocchiare qualche finocchio per allontanare la fame.
  • PRANZO: 50 g di pasta o di riso conditi con verdura o sughi leggeri seguiti da 60 g di bresaola o 150 g di pollo o 100 g di fiocchi di latte, 20 g di grana in scaglie (per condire l’insalata); 200 g di pesce magro, con contorno di verdura, preferibilmente finocchi, cucinati nel modo in cui si preferisce ma senza eccedere con i condimenti.
  • CENA: consumare zuppe o minestre di verdure accompagnate da pesce o carne bianca, non troppo condita, e verdure gratinate.
  • Bere ogni giorno circa 2 litri, lontano dai pasti, per migliorare la tonicità della pelle ed eliminare le tossine.
  • Fare regolare esercizio fisico, come camminare ogni giorno per almeno 30 minuti, aiutando così a mantenere attivo l’intestino.
  • Bere tisane con proprietà digestive dopo i pasti, per contrastare i disturbi digestivi, drenando ed eliminando i liquidi in eccesso, aiutando ad accelerare la digestione e rilassando la muscolatura dell’intestino.

Esempio di dieta settimanale:

Lunedì
Pranzo: 150 gr di gnocchi di patate conditi con pomodoro fresco e basilico, 60 gr di bresaola e rucola a volontà, un finocchio in 
insalata.
Cena: 1 hamburger (120 gr di manzo tritato) condito con olio, limone, prezzemolo, sale e pepe e un passato di finocchi e patate lesse (100 gr) macedonia di fragole, kiwi e ananas naturale.

Martedì
Pranzo: 50 gr di spaghetti alle vongole (100 gr senza guscio), finocchi al vapore, 200 gr di altre verdure a piacere.
Cena: 35 gr di riso allo zafferano e insalata di polpo condito con olio, limone, prezzemolo, sale e peperoncino e una pera.

Mercoledì
Pranzo: 50 gr di pasta ai finocchi e 30 gr di taleggio, 100 gr di pollo in umido e un kiwi.
Cena: minestrone di verdure senza legumi, 120 gr alla pizzaiola e insalata di finocchi.

Giovedì
Pranzo: 50 gr di pasta al pomodoro fresco e basilico, funghi champignon tagliati sottili con i finocchi e scagliette di grana (45 gr), un’arancia.
Cena: passato di verdure carote e patate (100 gr), frittata al forno con 1 uovo e finocchi tagliati a julienne, insalata di pomodori.

Venerdì
Pranzo: 50 gr di riso con zucchine e menta, cruditè di finocchi e asparagi lessi, una coppa di mirtilli al naturale.
Cena: passato di verdure finocchi e piselli (30 gr), spigola al cartoccio con cipolla e pomodorini, insalata di verdura mista.

Sabato
Pranzo: crema di cavolfiore e patate (100 gr), petto di pollo alla piastra, insalata di verdura mista con finocchi tagliati sottili.
Cena: 50 gr di pasta al radicchio, finocchi saltati alla margarina (7 gr), una coppa di fragoline di bosco al succo d’arancia naturale, insalata di verdura mista.

Domenica
Pranzo: lasagne condite con tritato di manzo, finocchi sottili, pomodorini e una sottiletta (1 porzione), biete lesse, un frutto.
Cena: consommé di asparagi, finocchi gratinati al forno con pangrattato e grana (20 gr), 150 gr di ricotta al forno.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!