Roma: poliziotti ai fornelli per una coppia di anziani

poliziotti e anziani

Una storia drammatica quanto dolce e commovente…

Roma, quartiere Appio. Martedì 2 agosto, intorno alle 19:45, degli inquilini di un palazzo sentono singhiozzi, pianti e urla di disperazione provenire da un appartamento. Allarmati, chiamano il 113 e i poliziotti accorrono tempestivamente.

Lite in famiglia? Irruzione di ladri? Quest’ultima ipotesi non è assurda, dato che proprio gli anziani sono spesso vittime di delinquenti. Ma niente di tutto ciò è stato trovato dai quattro poliziotti. Nell’appartamento da cui proveniva tutto quel chiasso c’era solo una coppia di anziani, Jole e Michele, rispettivamente 89 e 94 anni. Due anziani soli e disperati, inconsolabili. Nessuno va più a trovarli e nemmeno il caos della Capitale riesce a tener loro compagnia. Sono insieme da 70 anni, ma non hanno da tanto tempo la possibilità di anche solo chiacchierare con qualcuno.

I quattro poliziotti decidono di chiamare un’autoambulanza per far visitare gli anziani coniugi e nell’attesa che arrivano si improvvisano cuochi e intrattenitori. Tirano fuori pentole e pentoline e cucinano loro degli spaghetti al burro e parmigiano; un piatto semplice, ma che per Jole e Michele significa tanto.

A raccontare l’accaduto sono proprio gli agenti della Questura con un post sul profilo Facebook di San Vitale. Andrea, Alessandro, Ernesto e Mirko sono proprio degli agenti speciali. La loro “irruzione” è stata decisamente fuori dall’ordinario.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!