Mondo Mamme: Consigli per prepararti al parto

Prepararti alla nascita del bambino è una delle cose più emozionanti della tua vita. Ma oltre a decorare la sua cameretta e fare scorte di pannolini, la lista delle cose da fare dovrebbe comprendere anche la giusta preparazione del corpo e della mente, in vista del parto. Ecco dei super segreti per prepararti al parto:

– Trova il tempo per un massaggio: La ricerca dimostra che le donne incinte che si fanno massaggiare spesso, hanno meno ansia, meno dolori alla schiena e una migliore qualità del sonno. Inoltre, il massaggio è stato messo in relazione con una minore incidenza di complicanze, durante il travaglio. Se durante la gravidanza si gonfiano molto le dita, vuol dire che i tessuti del corpo sono altrettanto gonfi, compresa la cervice uterina, il che potrebbe rendere il parto più difficoltoso. Fallo adesso: Prova questa tecnica per ridurre i liquidi nei nodi linfatici. Metti le dita ai lati del collo, sotto le orecchie. Premendo con i pollici, muovi la pelle esercitando un movimento verso il basso, arrivando alla nuca. Ripeti 10 volte, posizionando le dita più in basso, allontanandoti ogni volta un pò dalle orecchie.

– Scaccia le paure: Il parto in ipnosi può aiutarti a raggiungere lo stato d’animo giusto per il parto. L’ipnosi ti aiuta a rilassarti e può allontanare le paure. Il rilassamento incoraggia inoltre la produzione degli antidolorifici naturali da parte del corpo. Fallo adesso: Questo esercizio è utile all’inizio del travaglio. Inspira lentamente col naso, poi tira lentamente fuori l’aria dalla bocca. Mentre espiri , visualizza il respiro come se fossero delle bolle galleggianti.

– Scopri il segreto per stare calma: Le affermazioni positive sono uno strumento potente che puoi utilizzare per tutta la gravidanza e durante il parto. Se il travaglio ti fa sentire ansiosa, scrivi il dialogo che si svolge nella tua mente. Per esempio ” Il travaglio può dare dolore, ma gli antidolorifici sono sempre a disposizione”. Tieni sempre a mente che esistono delle sopluzioni per qualunque problema e ti sentirai più calma, dopo aver affrontato quello che ti disturba. Fallo adesso: Immagina di caricare le tue paure dentro a una mongolfiera, che poi vedrai volare via. La tecnica della visualizzazione è un modo rapido per allontanare le paure e mantenere la calma.

– Tessuti più elastici: Il massaggio del perineo (la zona tra vagina e l’ano) nelle settimane che precedono il parto, può ridurre il rischio di lacerazioni o l’episiotomia.Fallo adesso: Inserisci i pollici in vagina, a una profondità di 3 o 4 cm, poi premi all’indietro e ai lati. Fallo ogni giorno, dopo la 34° settimana. 

– Dondolati nella giusta posizione: Il dondolio sul pallone da parto può aiutare il tuo corpo a mantenersi in forma per il travaglio. I muscoli della parte superiore delle cosce, noti come flessori dell’anca, possono diventare molto tesi durante la gravidanza, perchè il peso del bambino ti tira in avanti. Mentre ti dondoli sul pallone, puoi aiutare questi muscoli ad allungarsi. Fallo adesso: Prova a sporgerti in avanti sul pallone, per aiutare il bambino a mettersi nella posizione corretta, cioè a testa in giù.

– Sì allo Yoga: Lo yoga prenatale è ottimo per migliorare l’elasticità e avere quella forza e flessibilità indispensabili per assumere posizioni diverse, durante il parto. E’ ottimi anche mettersi in uno stato mentale positivo. Questo ti aiuterà a sconfiggere le paure e ti permetterà di mantenere il controllo. Più riuscirai a rilassarti, meno dolore sentirai durante le contrazioni del travaglio. Fallo adesso: Prova la respirazione yoga per mantenere la calma. Chiudi la narice sinistra ed ispira con quella destra. Chiudi la narice sinistra e ispira con quella destra, poi scambia le dita per esalare. Continua questa alternanza ad ogni respiro.

– Aiutati a tavola: Certi cibi e bevande possono darti una mano durante il travaglio. La tisana a base di foglie di lampone, per la presenza di alcaloidi, rafforza e tonifica i muscoli dell’utero e lo aiuta a contrarsi più efficacemente. Fallo adesso: Comincia a prendere il tè durante le ultime due settimane prima del parto: puoi prendere una tazza al giorno, aumentando gradualmente fino a quattro.

– Fai sesso per dare inizio al travaglio: Se il travaglio lascia attendere e la data prevista è superata, fai sesso. Diversi studi hanno dimostrato che l’attività sessuale alla fine della gravidanza può ridurre la necessità di un parto indotto. Il liquido seminale contiene prostaglandine, un naturale stimolatore per le contrazioni uterine. Fallo adesso: perchè dopo il parto avrai un periodo d’astinenza.

– Pensa positivo: Per prima cosa tieni a mente che il tuo corpo è progettato per procreare. La natura ti ha donato di un’analgesia naturale che entra nel circolo mentre il bimbo sta per lasciare la sua culla intrauterina. Pensa che tra poco abbraccerai il tuo bambino, che il travaglio è l’ultimo tratto del lungo viaggio durato nove mesi. Fallo adesso: Allena la tua mente ad allontanare i pensieri negativi. Un esercizio semplice è cambiare l’oggetto del pensiero.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!