Morto Dario Fo, giullare e Premio Nobel per la Letteratura

Roma . Dario Fo - fotografo: benvegnù - guaitoli - lannutti

Morto Dario Fo, giullare e Premio Nobel per la Letteratura

Compagno di vita di Franca Rame, scomparsa nel 2013, l’attore aveva 90 anni

 

Si è spento all’età di 90 anni lo scrittore e premio Nobel per la Letteratura Dario Fo. In realtà cercare di definire il grande attore è riduttivo, nella sua vita è stato anche pittore, scenografo e attivista. Il mondo del teatro perde una figura fondamentale dell’arte.

L’attore aveva 90 anni, si è spento a Milano all’ospedale Sacco. Era infatti ricoverato da dieci giorni, a causa dell’aggravarsi dei problemi polmonari.Il direttore del reparto di pneumologia ha spiegato come fosse lucido fino all’ultimo.

Marito dell’attrice Franca Rame, scomparsa anche lei nel 2013. La coppia era unita dal 1954. Il sindaco di Milano ha subito proclamato il lutto cittadino. La camera ardente verrà allestita al Piccolo Teatro Strehler venerdì dalle 12 a mezzanotte e, successivamente sabato mattina dalle 8:30, finché la salma non verrà traslata in piazza Duomo per la cerimonia laica.

La notizia della sua scomparsa ha subito fatto il giro del mondo. Tutti i media del mondo hanno subito dato notizia della perdita, ricordando la sua satira.

Molti i personaggi che hanno voluto commentare la notizia della Scomparsa di Dario Fo. Renzi: “L’Italia perde uno dei grandi protagonisti del teatro, della cultura, della vita civile del nostro Paese”. Grillo: “Sarai sempre con noi”. Roberto Benigni: “E’ una grande perdita la morte di Dario Fo. Un autore straordinario, innovativo, inimitabile. Un orgoglio del nostro Paese. Tutti gli dobbiamo qualcosa”.

L’attore si è spento proprio nel giorno in cui è stato assegnato il Nobel per la Letteratura a Bob Dylan. Il drammaturgo fu insignito dell’onorificenza 19 anni fa, il 9 ottobre 1997, con la seguente motivazione: “Perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi”.

Fo è stato l’ultimo italiano a vincere il premio Nobel per la Letteratura. Piccola curiosità, apprese la notizia in merito, mentre con Ambra Angiolini registrava una puntata per il programma Milano-Roma. Prima di lui, lo hanno ottenuto: Eugenio Montale nel 1975, Salvatore Quasimodo nel 1959, Luigi Pirandello nel 1934, Grazia Deledda nel 1926 e Giosue’ Carducci nel 1906.

Dario Fo è riuscito comunque a terminare un ultimo libro intitolato “Quasi per caso una donna. Cristina di Svezia” che uscirà entro la fine del 2016. E’ la storia di una “regina impossibile”, colta e ribelle, ammirata e avversata, imprevedibile e coraggiosa.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!