Person of Interest 3 arriva a luglio su Italia 1

Prendete il calendario e segnate in rosso la data di giovedì 3 luglio, perchè alle 21.30 arriva la terza attesissima stagione di Person of Interest!

La serie americana Person of Interest nasce dalla collaborazione tra J.J. Abrams e Jonathan Nolan, ed è stato un successo, infatti già si sa le serie è stata rinnovata anche per la quarta stagione, in Italia la terza è ormai giunta al gran finale ed è trasmessa da Premium Crime, canale a pagamento di Mediaset, dal 16 febbraio. Nell’attesa che venga trasmessa anche su Italia 1, da stasera martedì 3 giugno alle 19.20 andrà in onda la prima e la seconda stagione giusto per rinfrescare la memoria ai telespettatori. Ecco allora un piccolo riassunto delle due stagioni prima di tuffarci nelle novità della nuova terza stagione.

Harold Finch (Michael Emerson) è un miliardario che vive sotto una falsa identità, poco incline ai rapporti sociali, grande esperto e innamorato dell’informatica; prima di darsi alla macchia lavorava per il governo americano e ha creato un programma incredibile, chiamato “la macchina” in grado di prevenire qualsiasi tipo di crimine dal più banale all’atto terroristico; questo potentissimo software è in grado di percepire il pericolo prima che si verifichi e quindi di dare un numero che identifichi la persona che è a rischio, ma ben presto si rende conto che il governo vuole il suo programma solo ed esclusivamente per trovare terroristi, i reati minori non interessavano in quanto definiti come irrilevanti, allora decide di sottrarlo al potere governativo e di usarlo lui per aiutare la società a sventare la comune criminalità. Per fare questo però deve abbandonare la sua vita di sempre, farsi credere morto e iniziare una nuova vita con un’altra identità. Per dare via al suo progetto però a bisogno di aiuto e lo trova assoldando John Reese (Jim Caviezel), ex agente della CIA. Il signor Reese dopo essere stato coinvolto in un misterioso incidente durante una sua missione, si fa credere morto e comincia a vivere come un senza tetto, Finch lo avvicina e gli spiega tutto, gli parla della “macchina” che ha occhi e orecchio ovunque, 24 ore su 24, grazie a telecamere, controllo delle telefonate, microfoni, tutti gli americani sono costantemente sotto controllo in ogni azione che compiono durante la loro vita… vuole perciò aiutare le persone contro la criminalità ma solo Reese grazie alle sue esperienze militari può aiutarlo sul campo, sorvegliando le persone che la “Macchina” identificherà come possibili vittime e nel caso di intervenire per salvarle… tutto questo nel più breve tempo possibile e in modo super efficiente, perchè da quando il computer manda un numero a quando l’effettivo crimine si verificherà ci sono solo 24 massimo 48 ore di tempo! Finch e il signor Rees nella loro personale lotta al crimini non sono soli per fortuna, infatti saranno affiancati da due detective Lionel Fusco (Kevin Chapman) e Joss Carter (Taraji P. Herson), ma avranno sempre contro l’FBI e la CIA e molti altri nemici…

Person of Interest-Reese  Person of Interest-Finch  Person of Interest-Fusco

Person of Interest-Carter

La serie Person of Interest è piaciuta moltissimo ai telespettatori ma ha fatto anche incetta di critiche positive dagli esperti del settore, tutti i giornali americani ne hanno parlato bene dal The Hollywood Reporter al USA Today; ecco ad esempio due recensioni, una presa dal San Francisco Chronicle: “Person of Interest si distingue dalle solite serie a incastro non solo per le sfumature della scrittura e della caratterizzazione dei personaggi, ma anche per come instilla nel telespettatore un senso di paranoia da post-11 settembre. Nel corso della serie vediamo e ascoltiamo la vita lungo le strade di New York attraverso le telecamere di sorveglianza e le cimici. Centinaia di persone senza volto camminano, parlano al cellulare e i loro scambi di tutti i giorni vengono raccolti e archiviati in server sterminati… Nulla resta privato: ulteriore conferma di una realtà da ‘1984’” e l’altra dal Entertainment Weekly: “La serie riesce allo stesso tempo a sconvolgere, tranquillizzare, eccitare e divertire i suoi telespettatori”.

Passiamo ora alla tanto attesa terza serie di Person of Interest composta da 23 episodi, questa stagione se possibile sarà molto più inquietante, adrenalinica e se vogliamo anche divertente delle prime due stagioni, insomma veramente da non perdere. Vi ricordate di Root (Amy Acker) anche lei genio dell’informatica e spietata assassina? Finch la fa rinchiudere in una clinica psichiatrica e la ritroviamo alle prese con un dottore che vorrebbe curarla ma riuscirà a stupirci, perchè anche essendo chiusa in quella clinica scopriamo che riesce a comunicare con la “Macchina” che lei chiama “La Voce” e ne vedremo delle belle… la sua presenza sarà molto importante. Anche la bellissima Samantha Shaw (Sarah Shahi) farà parte del cast fisso della terza stagione di Person of Interest, ve la ricordate la sexy ex agente della CIA che il governo ha cercato di uccidere durante la seconda stagione? Come dimenticarla, la vedremo allearsi con Finch e Reese nella lotta alla criminalità e sarà più determinata e irriverente che mai! Anche i detective Fusco e Carter torneranno ad aiutare la squadra dei buoni e molti cattivi invece aiuteranno a far alzare il tasso di azione e suspence della serie. Fate attenzione a questi nomi… Samaritane, il Controllo, gli uomini di Decima e l’organizzazione chiamata Vigilance, in questa stagione sentirete parlare molto di loro! Ci sarà anche una morte inattesa che porterà molto scompiglio tra i protagonisti della serie e il finale sarà molto avvincente. Anche in questa stagione dunque gli ingredienti per tenere i telespettatori incollati allo schermo ci sono tutti.

Person of Interest-Shaw  Person of Interest-Rooth

Person of Interest come tutte le serie di azione sono sempre molto seguite ma questa probabilmente lo è di più per l’argomento centrale su cui si basa tutta la storia, la famosa “Macchina” che tutti osserva tutto, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno! Riflettiamo sull’argomento che più di tutti sta a cuore in tutto il mondo dopo gli attentati terroristici dell’11 settembre 2001 e cioè la nostra sicurezza e la tanto decantata tutela della privacy; pensiamoci bene, chi non si è chiesto se veramente il mondo non sarebbe più sicuro se ci fosse un sistema di sorveglianza come fanno vedere nella serie Person of Interest?

 

 

 

 

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!