Morto Fidel Castro, aveva 90 anni

L’ex presidente cubano si è spento all’età di 90 anni, l’annuncio in tv del fratello

 

Al popolo dell’isola, agli amici della Nostra America e al mondo informo che alle 22.29 del 25 novembre del 2016 è deceduto il comandante in capo della Rivoluzione Cubana Fidel Castro Ruz. Hasta la victoria siempre”. Con queste parole, l’attuale Presidente cubano annuncia la dipartita del fratello.

I funerali si terranno il 4 dicembre e la cerimonia si svolgerà nel cimitero di Santa Ifigenia, nella città di Santiago de Cuba. L’Avana ha proclamato 9 giorni di lutto nazionale. Lo ha reso noto il Consiglio di Stato dell’Avana, citato dal sito web Cubadebate.

Nato il 13 agosto 1926 a Biran,  figlio di un proprietario terriero spagnolo. Ha studiato nei colleggi La Salle e Dolores di Santiago di Cuba. Dal 1941 al 1945 frequenta la scuola gesuita di Belen a L’Avana. Dopo la laurea in legge si candida alle presidenziali, ma fu un disastro.

Fu condannato a 15 anni di carcere ed in seguito esiliato. In questo periodo conosce Ernesto Guevara. Con il ‘Che’ ed altri volontari sbarca a Cuba nel ’56, ma solo nel ’59 entrano trionfanti a L’Avana. Il resto è storia, con Cuba sopravvissuta ad un embargo e Fidel che diventa il nemico numero uno americano.

Nel ricevere la triste notizia della scomparsa del suo caro fratello, l’eccellentissimo signor Fidel Alejandro Castro Ruz, ex presidente del Consiglio di Stato e del governo della Repubblica di Cuba, esprimo i miei sentimenti di dolore a vostra eccellenza e agli altri familiari del defunto dignitario, così come al governo e al popolo di codesta amata nazione” è il messaggio inviato da Papa Francesco all’attuale Presidente Raul Castro.

Tendiamo la mano dell’amicizia al popolo cubano“. Così il presidente degli Stati Uniti Barack Obama sulla morte di Fidel Castro. “La storia giudicherà l’enorme impatto di questa singolare figura sulla gente e sul mondo attorno a lui“. Questo è quanto si legge in una nota diffusa dalla Casa Bianca.

Oggi il mondo segna la scomparsa di un dittatore brutale che ha oppresso il suo popolo per quasi sei decenni”, è invece il comunicato diffuso dal Presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump.  “Mentre Cuba rimane un’isola totalitaria, è nelle mie speranze che la giornata di oggi segni il suo distacco dagli orrori sopportati troppo a lungo e verso un futuro in cui il magnifico popolo cubano viva finalmente nella libertà che merita“.

L’ex calciatore argentino, Diego Armando Maradona, ha detto di aver pianto il decesso il suo amico rivoluzionario. Ha aggiunto che i politici di oggi hanno molto da imparare da lui. “E’ morto il più grande. E’ stato il più grande perché sapeva tutto, anticipando le cose, ed ha dato alla gente ciò che la gente meritava”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!