Alberto Marchetti, quando il gelato diventa passione

marchetti-16 (2)

 

Sapori locali, sapori globali. Come cambia il gelato nell’era della globalizzazione?

Per Alberto Marchetti occorre fare un passo indietro, perchè solo nella tradizione e nei sapori più autentici si trovano le idee per innovare. È difficile stupire mantenendo intatti i principi base per una buona e sana alimentazione, difficile ma non impossibile.

Alberto Marchetti, maestro gelatiere torinese, sceglie di percorrere la via di antichi sapori ritrovati e di proporli in chiave personalizzata. Perchè il gelato di Alberto – ormai tutti lo sanno –  ha una storia a sè. Da sempre la ricerca di materie prime d’eccellenza, di prodotti del territorio, sono gli ingredienti che si ritrovano nel gelato di Marchetti. In aggiunta si deve mettere anche la creatività e la voglia di sperimentare. Nasce così il GELATO ALLA FARINA BONA, un gusto inedito che ormai caratterizza il maestro torinese e che una volta assaggiato passa direttamente dal palato al cuore, senza farsi dimenticare più.

La farina bóna è un prodotto tradizionale della Valle Onsernone (Cantone Ticino) ed è una farina di granoturco (Zea mais), ottenuta macinando molto finemente la granella precedentemente tostata. In passato integrava quotidianamente la dieta accompagnata con latte, acqua o vino.

La produzione di farina bona è limitata e Alberto Marchetti personalmente si reca al mulino per acquistare i sacchi che gli occorrono per il suo gelato.

Per il palato è un sapore insolito, che pochi riconoscono. Ha una texture quasi ruvida che però viene stemperata dalla consistenza cremosa della base del gelato. Buono da solo e ottimo se arricchito con la classica pasta di meliga sbriciolata.

Alberto Marchetti lo suggerisce e lo propone anche abbinato al suo zabajone. Un’esperienza golosa, una riminiscenza per tutti coloro che hanno un passato legato alle tradizioni  di campagna, una sopresa per il palato di chi invece, quelle tradizioni non ha potuto incontrarle mai.

 

Alberto Marchetti è, ormai da molti anni, sinonimo di qualità e professionalità nel mondo della gelateria. Premi, riconoscimenti e soprattutto la fedeltà e il passaparola dei clienti fanno delle sue gelaterie in Italia un punto di riferimento per tutti i golosi e i gourmet. Storia e passione, tradizione e creatività, semplicità e ricerca si incontrano nel suo gelato che resta, indiscutibilmente, una vera esperienza del gusto.

La storia tra Alberto e il gelato inizia presto, da bambino, quando aiutava il papà in gelateria. E di quegli anni, di quei sapori, lui ricorda perfettamente la gioia, la ricchezza, la genuinità, la freschezza, valori che anche oggi cerca di trasferire nella preparazione dei suoi gelati.

Fiducia, cura, condivisione, le tre parole che meglio descrivono il suo lavoro e il brand Alberto Marchetti da lui creato.

Tutto ruota attorno alla convinzione che solo riuscendo a mettere davvero se stesso nel proprio lavoro, questo possa diventare unico, speciale e…buono! E non è un caso che Alberto abbia scelto di firmare il gelato con il suo nome; un modo per “metterci la faccia” e garantire di persona la sua qualità.

Il mondo di Alberto Marchetti, è fatto di persone, non di prodotti. La sua forza è la relazione. Con i fornitori, con i dipendenti, con i clienti.

Per decidere quali ingredienti usare Alberto parla con le persone che li producono; sa da dove arriva la sua frutta, si fida di chi gli consegna le nocciole. Prima di scegliere latte e panna è andato a conoscere che alleva le mucche e si è fatto spiegare come vengono nutrite. C’è un rapporto di fiducia con i sui fornitori, una rete di amici con i quali scambiare consigli.

Chi entra nelle gelaterie di Alberto è un amico, deve sentirsi a casae i suoi locali sono proprio pensati come una casa, un posto tranquillo dove passare o fermarsi, godendosi un’atmosfera familiare e rilassante.

Il gelato è il prodotto di punta. Cremoso e ricco, preparato secondo la tradizione piemontese, usando latte appena munto, selezionato e trasformato a pochi minuti dalla mungitura.

Solo gli ingredienti che servono, nulla di più, questo è il vero segreto del buon gelato per Marchetti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!