Beautiful, oggi la soap opera festeggia 30 anni!

Beautiful compie 30 anni: ecco cosa è successo alla soap più vista nel mondo intero!

beautiful

Era il lontano 23 marzo 1987, quando sul canale americano CBS andava in onda la prima puntata di Beautiful, una soap opera che in seguito avrebbe fatto la storia della tv in molti paesi del mondo. Tutt’oggi, la telenovela è trasmessa in circa 100 nazioni, con un seguito di oltre 300 milioni di telespettatori. Questo fa di Beautiful la soap più seguita al mondo, un vero record da Guinness dei Primati!

E, in quanto a record, non possiamo fare a meno di citare i premi che ha raggiunto nel corso degli anni: 233 nomination agli Emmy Awards, di cui 77 vittorie; 31 Daytime Emmy Awards di cui tre come Miglior serie drammatica del daytime.

Beautiful in Italia: ecco da quando va in onda

In Italia, la telenovela è arrivata il 4 giugno 1990 approdando su Rai2, dove però è rimasta per breve tempo. Il 5 aprile 1994 infatti si sposta su Canale 5, dove trova collocazione tuttora, nella fascia pomeridiana. Sempre nel 1994, per un brevissimo periodo, è stata trasmessa in prima serata su Rete 4. Ad oggi, le avventure dei protagonisti di Beautiful continuano a fare furore nel nostro paese, dove vengono trasportate su schermo con circa 130 puntate di ritardo rispetto alla messa in onda americana.

Beautiful, la trama della soap opera di Canale 5

La telenovela è ambientata a Los Angeles, e narra le vicissitudini della famiglia Forrester, proprietaria di una famosa casa di moda, e della famiglia Logan. Le avventure dei vari personaggi si sono intrecciate, nel corso degli anni, sino a rendere impossibile spiegarle in poche righe. Quel che è certo è che ad ogni episodio i telespettatori possono aspettarsi grandi sorprese ed incredibili colpi di scena. che rendono Beautiful una trasmissione assolutamente da non perdere.

In questi 30 lunghissimi anni, la telenovela è riuscita a trattare, a volte in maniera ironica altre invece in maniera molto seria, una sfilza di temi scottanti quali ad esempio l’AIDS, gli abusi sui minori, l’eutanasia e la cultura transgender (nel 2015 è entrato a far parte del cast un personaggio transgender, Maya Avant).

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!