Stefano de Martino commosso per i padri separati a Selfie – Le cose cambiano,

Nell’ultima puntata di Selfie – Le cose cambiano il caso di quattro padri separati che lamentano il poco tempo da passare con i figli coinvolge anche Stefano De Martino che si immedesima in loro

La nuova stagione di Selfie – Le cose cambiano in prima serata su Canale 5 sta mettendo a dura prova i sentimenti di Stefano De Martino. Già nel recente passato il ballerino napoletano aveva parlato del suo rapporto molto intenso con il figlio Santiago e della difficoltà che provava per non essere sempre con il figlio e nell’ultima puntata ha tirato fuori tutte le sue emozioni.

A scatenarle è stata la presenza a Selfie – Le cose cambiano di quattro padri separati arrivati negli studi dello show condotto da Simona Ventura per denunciare la loro situazione e la difficoltà di conciliare la vita di tutti i giorni con l’affetto per i figli. Un argomento che tocca molto da vicino Stefano e lui non si tira indietro ammettendo che anche lui sa bene cosa significa non poter passare con i figli tutto il tempo che si vorrebbe e ammira molto la forza di volontà che dimostrano quei padri. “Io sono un privilegiato e ringrazio Dio tutti i giorni – ha detto – di poter dare a mio figlio tutto quello che riesco, con tutte le forze possibili. Molte volte mi rendo conto da solo della malinconia e tristezza che cerco di colmare con l’inventiva e con delle condizioni economiche che rendono sicuramente tutto più semplice”. Basta inventarsi una giornata diversa, caricare il figlio in macchina e portarlo in un posto che gli piace, ma tante volte non basta.

Il pubblico ha visto benissimo che De Martino non fingeva, che i suoi sono sentimenti veri e quando ha parlato con quei padri si è immedesimato perfettamente in loro, nella loro sofferenza e dignità. Per tutto quel tempo invece Belen Rodriguez non è mai stata inquadrata, ma anche per lei non deve essere stata una situazione facile anche se ormai l’ex coppia ha trovato un equilibrio nella gestione di Santiago.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!