Anticipazioni Uomini e Donne: Sabrina perde un corteggiatore

Nelle ultime registrazioni di UeD Nicolò Raniolo abbandona, scatta il primo bacio per Paolo Crivellin

Non è ancora arrivato un altro tronista a sostituire Mattia Marciano ma in compenso nelle nuove registrazioni di Uomini e Donne non sono mancati i colpi di scena. Su tutti l’addio di Nicolò Raniolo, uno dei corteggiatori più vicini a Sabrina Ghio, che ha deciso di abbandonare il dating show di Maria De Filippi anche se non è chiaro quanto sia definitiva la sua scelta.

L’ex single di Temptation Island a sorpresa ha confessato di non essere veramente interessato alla tronista romana che però l’ha presa male. In una delle loro precedenti esterne infatti Nicolò le aveva anche regalato un fiore per Penelope, la figlia dell’ex ballerina di Amici, e lei credeva in queste settimane di avere costruito qualcosa di importante con il ragazzo nonostante non fosse ancora vicina alla scelta. Non è andata meglio però con Nicolò Fabbri che ha avuto un duro confronto con la tronista: lui dice di essere cotto e non capisce i timori della donna, ma non è nemmeno appagato dalle esterne perché vorrebbe qualcosa in più. Per Sabrina comunque sono arrivati nuovi corteggiatori e la concorrenza aumenta.

Paolo Crivellin invece finalmente si è lasciato andare al primo bacio anche se la fortunata non è Angela ma la nuova arrivata Giorgia. Una scena che ha fatto infuriare Angela ed Ester, entrambe pronte ad abbandonare lo studio, e non ha convinto nemmeno il pubblico e gli opinionisti. Entra nel vivo anche il Trono Gay: Alex Migliorini sempre sempre più indeciso fra Claudio e Alessandro, anche se il primo ha fatto decisamente passi in avanti come dimostra la loro ultima esterna nella quale è scattato anche un bacio. Alessandro invece non vuole più uscire con il tronista anche perché si aspettava che lui fosse pronto per la puntata della scelta. Una convinzione che ha pure Maria De Filippi che chiede i motivi della sua indecisione ad Alex: lui ha bisogno di essere sicuro e per ora non è così.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!