I vigili le sequestrano l’auto. Prossima al parto lasciata a 60 km da casa

Gravidanza
Gravidanza

Al nono mese di gravidanza lasciata sotto il sole ardente a 60 chilometri da casa. Questa è la disavventura accaduta ad una studentessa di 29 anni di Alice Superiore in provincia di Ivrea.

La ragazza era andata a Torino per una visita di controllo,  con l’auto avuta in prestito dal compagno della madre. Al suo rientro è stata fermata dai vigili urbani per un normale controllo. L’automobile risulta sotto fermo amministrativo, i vigili urbani,  applicando il codice,  procedono al sequestro immediato.

Nulla da eccepire,  la legge in questi casi prevede il sequestro e quindi la rimozione. Forse una verifica delle condizioni della ragazza avrebbero dovuto portare ad una soluzione diversa.  Invece Miriana è stata abbandonata sul ciglio della strada, sotto il sole cocente indicandole di chiamare un taxi.

Assurdo,  una vicenda umana incredibile,  anche se nel totale rispetto delle leggi, si sarebbe potuto evitare l’abbandono,  viste le condizioni della studentessa. La stessa dichiara a Repubblica :

Piangevo sola i  mezzo alla strada e loro mi hanno detto di prendere un taxi.

Situazione incredibile ove il rispetto delle leggi,  del codice della strada e l’incredibile assurda burocrazia fa a pugni con un caso umano e drammatico che avrebbe potuto  in questo caso conoscere un minimo di clemenza.