Uomini e Donne: Tina contro Gemma, ha preso in giro tutti

tina cipollari

Tina Cipollari attacca la rivale. Confessando di amare ancora Giorgio Manetti ha preso in giro tutti gli altri

A Natale dovremmo essere tutti più buoni, ma Tina Cipollari proprio non ce la fa. La storica opinionista di Uomini e Donne, nonostante in questi giorni le registrazioni di Uomini e Donne siano ferme sia per il Trono Classico che per il Trono Over, ha trovato lo stesso modo per attaccare la sua nemica giurata Gemma Galgani. Il motivo è sempre lo stesso: la sovraesposizione della ‘dama’ torinese che adesso, pur di far parlare ancora di sé, è tornata alla carica con Giorgio Manetti anche a costo di rendersi ridicola.

Tina ha scelto ancora una volta le colonne di una rivista, in questo caso ‘Vero’, per lanciare bordate verso la Galgani che rischia di rendersi ridicola davanti agli occhi di tutti. Dopo i molti tentativi di riconciliazione falliti con Giorgio, qualche giorni fa la donna è tornata all’attacco dichiarando pubblicamente il suo amore negli studi di Uomini e Donne. Secondo lei ormai ha perso credibilità e quando la accusava di voler solo prendere in giro gli altri protagonisti del Trono Over che ha frequentato nel frattempo aveva ragione. “Non può aver scoperto – insiste l’opinionista – da un momento all’altro di provare ancora un sentimento per Giorgio, è evidente che covava da tempo qualcosa dentro sé e non aveva il coraggio di rivelarlo”.

Lei comunque nonostante tutto se ne era accorta e ha continuato a farlo presente durante tutte le puntate, scatenando così nuove discussioni con la rivale che hanno animato le ultime puntate del Trono Over. A Tina non va che il pubblico e i protagonisti del dating show continuino ad essere presi in giro e chiede a Gemma di fare un passo indietro., Ma intanto per lei sta preparando i regali di Natale: “Sotto l’albero le farei trovare un bel gigolò, magari giovane, così che finalmente possa calmare i suoi bollenti spiriti. Oppure, in alternativa, dei calmanti sempre allo stesso scopo”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!