Amici SHOCK, l’ex ballerino Valerio Pino racconta: “Gli allievi mi toccavano tra le gambe”

Il talent di Maria De Filippi nella bufera: l’ex ballerino di Amici rivela una verità shoccante: “Gli allievi mi toccavano tra le gambe”

Il programma di Maria De Filippi, ‘Amici’, quest’anno è al centro di diverse polemiche. Questa volta però a generare problemi non sono le parole degli allievi, bensì quelle di uno degli ex ballerini professionisti della scuola, Valerio Pino. Dopo la polemica dagli studenti che organizzano festini senza permessi, il gossip di Pino tira di nuovo fango sulla trasmissione. Il ballerino ha scritto sul proprio profilo Twitter:

“Sono 8 anni che ho un veto a Mediaset e in molti programmi Rai come se avessi ucciso qualcuno! Chi é il giornalista che vuole l’esclusiva? Il giornale che vuole il nome del ballerino? Però poi BASTA BASTA É BASTA lasciatemi morire”.

Il suo appello è stato accolto da ‘Radio Stonata’ che ha intervistato il ballerino con lo scopo di sentire la sua versione dei fatti. Il ballerino omosessuale racconta delle sue relazioni nella scuola e del fatto che il suo partner non era un concorrente, bensì un collega:

“Non era un concorrente, io in camerino e dietro le quinte l’ho fatto con un professionista. Non ho fatto nulla con gli allievi nel backstage, o meglio, con loro solo baci, oltre ai baci nulla. Quando aspettavamo la diretta ci baciavamo, prima di entrare mi baciavano. Ma nel 2010 era un mio collega, eravamo innamorati, stavamo insieme 24 ore su 24. Fare il suo nome adesso fa un po’ male, perché ora lui è in carcere per aver ucciso il suo compagno, lui è Marcus Bellamy”.

Quindi Valerio non ha avuto alcuna relazione con i ragazzi del reality. I concorrenti però spesso lo cercavano, gli mandavano biglietti e lui non sapeva resistergli quando si sentiva così corteggiato. Pino racconta di cose veramente shoccanti:

“Gli allievi mi toccavano anche tra le gambe, mi cercavano, mi mandavano biglietti. Volevano che andassi al residence, ma io non potevo. Passavo con l’auto e li portavo da me e facevamo l’amore. Io sono debole, se c’è un ragazzo carino di 18/20 anni che vuole fare l’amore con me, io non riesco a dire di no. Erano in tanti che in classe che ci provavano e io non sono riuscito a dire no. Sono fatto di ossa e carne, i ragazzi mi cercavano continuamente e costantemente. Venivo provocato tutti i giorni”.

Delle parole che sicuramente non lasceranno indifferente Maria De Filippi, che probabilmente era ignara di quanto accadeva nella scuola a pochi metri da lei.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!