Sanremo 2018, Ermal Meta e Fabrizio Moro rischiano la squalifica per plagio

Il brano presentato dai due artisti sul palco di Sanremo ha suscitato tantissime polemiche. Qualcuno li accusa di plagio e adesso rischiano la squalifica

Sanremo quest’anno si apre con una polemica dopo l’esibizione di Ermal Meta e Fabrizio Moro sul noto palco. Pare che i due artisti sul palco dell’Ariston abbiano cantato una canzone che ricorda un’altra. Eppure, dopo la loro esibizione, c’è stata una plateale standing ma la gloria è durata solo poche ore.

La loro ‘Non mi avete fatto niente’ ha scatenato i social: tra i tantissimi complimenti però spuntano delle critiche. Molti li danno come tra i favoriti, i possibili vincitori. I due artisti hanno persino conquistato la trend topic di Twitter con il pieno di consensi.

Pareri positivi dal pubblico ma anche dalla giuria demoscopica che ha collocato il brano di Meta e Moro nella fascia alta della classifica della rassegna canora.

Nel corso del Dopofestival però, un giornalista ha fatto sentire, via telefono cellulare, un brano che ha molto in comune con la canzone presentata dai due artisti. In realtà si trattava di Silenzio una canzone eseguita da Ambra Calvanie Gabriele De Pascali a Sanremo Giovani nel 2015. Edoardo Leo con l’ironia di sempre ha ringraziato il cronista per la patata bollente.

Mario Luzzato Fegiz ha subito aggiunto che per eventuali ricorsi c’è tempo fino al venerdì. Tutti in studio non hanno potuto fare a meno di riscontrare un’effettiva somiglianza, ma sarà solo un caso?

In pochi istanti la notizia ha fatto il giro del web e il brano di Ambra Calvani (presente sul sito della Rai) è stato condiviso da tantissimi utenti. Intanto la pagina della Tv di Stato dove era pubblicato Il Silenzio è diventato irraggiungibile e gli utenti sono insorti.

È da sottolineare che il coautore dei due brani è Andrea Febo e che la canzone non sarebbe stata pubblicata dopo la partecipazione di Ambra Calvani e Gabriele De Pascali a Sanremo Giovani. La Calvani però non ha voluto aizzare la polemica, anzi ha ritwittato il post con il codice per votare ‘Non mi avete fatto niente’ senza aggiungere nulla.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!