Polmonite acuta uccide un ragazzo di 18 anni: Bergamo piange Mattia Rapetti

mattia rapetti

Mattia Rapetti, di soli 18 anni è morto a seguito di una polmonite acuta. Nonostante l’intervento immediato dei soccorsi, i medici non hanno potuto far nulla per la sua vita.

Mattia Rapetti colpito da polmonite: i dettagli

Mattia Rapetti aveva 18 anni e abitava a Caravaggio – Bergamo – con la sua famiglia. Lo studente, dopo essersi sentito male a causa di un malore è stato portato urgentemente all’Ospedale di Treviglio.

In poco tempo le sue condizioni cliniche sono peggiorate notevolmente ed i medici non hanno potuto far nulla per lui, se non dichiararne il decesso.

Il ragazzo nei giorni precedenti aveva avvertito un fastidio simile ad un raffreddore con leggere difficoltà respiratorie. Subito non si è dato peso ai sintomi, pensando fosse la solita influenza del periodo: la situazione però è degenerata drasticamente fino al ricovero e l’epilogo inaspettato.

Un banale raffreddore che si è trasformato in polmonite, tanto da farlo arrivare al coma farmacologico con il successivo arresto cardiaco.

I compagni di classe ricordano Mattia Rapetti come un vero amico, sempre pronto allo scherzo e di grande cuore. Anche i docenti lo ricordano con affetto, evidenziando il suo amore per le lingue straniere e il suo desiderio di diventare – un giorno – architetto.

Sogni spezzati quelli del giovane ragazzo, a causa di una polmonite acuta che gli ha portato via la vita.