Incubo in sala operatoria: si sveglia durante l’intervento nel dolore. Avevano sbagliato dose dell’anestesia

anestesia

E’ l’incubo ricorrente prima di sottoporsi a qualsiasi operazione e per qualcuno è diventato realtà: una donna si è svegliata in sala operatoria a causa del termine della sua anestesia, nel mezzo della sua operazione.

Ha raccontato l’accaduto al “Guardian” e, ancora adesso, non riesce a farsi passare lo shock.

Termina l’anestesia e si sveglia: la vicenda

Rachel Benmayor è la donna che ha raccontato la sua disavventura all’interno della sala operatoria, a causa di un errore nella dose dell’anestesia.

La donna si ricorda benissimo di gli ultimi momenti prima di essere addormentata e i visi rassicuranti del compagno Glen e dell’ostetrica Sue. Racconta poi di aver visto il buio totale e quando si è risvegliata, oltre a non sapere dove fosse è stata pervasa da un dolore acuto, quasi da lasciarla senza fiato.

La sua consapevolezza era solamente legata al dolore che stava provando in quel momento e alla sua totale confusione.

Ma non è l’unico caso curioso, infatti la stessa cosa è successa ad un’altra donna – Anne Lord – ma per un motivo differente. Infatti lei ed altri membri della famiglia sono resistenti all’anestesia, tanto da svegliarsi durante le operazioni.

La stessa Anne ricorda di essersi svegliata ed aver sentito urlare, senza capire che fosse proprio lei ad emettere quel suono; successivamente è riuscita a liberare uno dei suoi piedi e dare un calcio al chirurgo, che la stava operando.

Secondo alcuni studi approfonditi, sono molte le occasioni in cui ci si sveglia durante un’operazione e altrettante le volte che il paziente ricorda ogni minimo dettaglio, seppur addormentato.