Isola dei Famosi: la produzione del reality denuncia Eva Henger? Ecco come gliela faranno pagare

Eva Henger sta sicuramente vivendo un momento piuttosto difficile: l’ex pornostar è stata persino denunciata dalla produzione del reality, ecco perchè

La storia delle canne sull’Isola ha preso una piega decisamente drammatica. Con le sue dichiarazione, Eva Henger ha gettato spazzatura non solo contro Francesco Monte ma anche contro la redazione del programma. Alessia Marcuzzi dopo una prima aggressività nei confronti di Eva, ha cercato di abbassare i toni e mitigare la questione. Alessia è stata sin dall’inizio dalla parte di Francesco, cercando di rendere la cosa non di competenza del programma.

Ma Eva in studio, ha ancora una volta confermato la sua versione, raccontando della droga e di come Monte ne abbia fatto uso. Francesco Monte non avrebbe mai abbandonato il programma se non fosse stato costretto dalla redazione.

È ‘Striscia la Notizia’ a raccontare la “vera verità”. Eva si lascia sfuggire tutto, credendo di non essere ripresa. A Max Laudadio racconta per filo e per segno come la redazione avesse un atteggiamento preferenziale nei confronti dell’ex tronista.

Eva si sarebbe appropriato della droga sull’Isola e l’avrebbe consumata durante la permanenza del gruppo di naufraghi nella villa prima dello sbarco sull’Isola. Alcuni frame mostrano che Eva ha perfettamente ragione.

Francesco Monte ha denunciato Eva per le calunnie nei suoi cofronti, ma pare che nelle ultime ore si starebbe palesando l’ipotesi di una denuncia formale nei confronti di Eva anche da parte della società produttrice dell’Isola dei Famosi ‘Magnolia’, proprio alla luce delle rivelazioni della Henger che avrebbero coinvolto anche dei membri della produzione nel caso ‘canna-gate‘.

Durante l’incriminata chiacchierata con Laudadio, la showgirl, avrebbe rivelato di fornito delle prove certe agli autori del reality per poter accertare la verità e che loro avrebbero volutamente occultato il tutto per salvaguardare Monte, facendolo tornare in Italia per proteggerlo da un eventuale denuncia per possesso di droga che in Honduras sarebbe punibile fino a 12 anni di carcere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!