Carabiniere ha un malore mentre prova a salvare un uomo: le sue condizioni gravissime

Il Carabiniere 54enne, Antonio Oliva, voleva solo fare il suo dovere aiutando un uomo in difficoltà, quando è stato colto da un improvviso malore. Adesso le sue condizioni sono gravi

Antonio Oliva, 54 anni, è un brigadiere dei Carabiniere in servizi da più di 20 anni alla Stazione di San Cesareo. L’uomo, sposato e con 2 figli, è stato il protagonista di un episodio di cronaca davvero

drammatico. Il 54enne, mentre era impegnato nel solito giro di pattuglia insieme ad un collega, è arrivato in un bar dove si trovava un 70enne che rischiava la vita. L’anziano uomo era infatti stato colpito da un infarto ed era a terra in fin di vita.

Antonio Oliva si è sentito in dovere di soccorrerlo. Oltre che Carabiniere, l’uomo è anche volontario della Croce rossa italiana e munito di attestato di Blsd per la rianimazione cardiopolmonare. Quindi, in pochi secondi, ha subito realizzato cosa doveva fare: si è precipitato nel bar e ha subito praticato le manovre necessarie a rianimare l’anziano. Dopo diversi minuti di massaggio cardiaco il brigadiere ha realizzato che per il 70enne non c’era più nulla da fare.

Dopo aver praticato la manovra per qualche minuto, il carabiniere ha iniziato però a sentirsi male, per via dello sforzo eccessivo probabilmente. È caduto a terra e ha sbattuto forte la testa. Quando il 118 è arrivato, le condizioni del brigadiere sono subito apparse disperate.

L’uomo è stato portato con l’elicottero al policlinico Umberto I di Roma dove è stato stabilizzato e poi subito sottoposto ad un intervento al cuore assai delicato. Antonio Oliva ora si trova ricoverato in Rianimazione in condizioni che non lasciano ben sperare i medici.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!