Centurione di Roma abusa sessualmente di due bambine ma non sarà messo in carcere

centurione

Un centurione di 57 anni, teatrante della compagnia “Gruppo storico romano”, era stato accusato nel 2013 di aver abusato sessualmente di due bambine. L’uomo non farà neanche un giorno di carcere.

Centurione abusa di due bambine: i dettagli

Il centurione era stato condannato per violenza sessuale ai danni di due bambine, nel 2013 e, durante il processo d’appello, era stata confermata la condanna per 3 anni di carcere.

L’uomo non si è dato per vinto e, grazie all’abilità del suo legale, ha ottenuto il ricorso alla Corte di Cassazione. Quest’ultima ha deciso di invalidare la sentenza della Corte d’Appello – di dicembre 2016 – per un piccolo cavillo giudiziario: il reato infatti era andato in prescrizione nel giugno dello stesso anno.

Per questo motivo il reato di abuso sessuale non sarà trasformato in pena carceraria e l’uomo risulta essere a piede libero. I fatti erano risalenti agli anni 2003-2004, ma le bambine a quel tempo non hanno avuto il coraggio di raccontare e denunciare l’accaduto, facendo passare del tempo che si è trasformato in un vantaggio per il centurione.

Cosa resta alle vittime? Solamente il rimborso stabilito dalla sentenza di primo grado. Da qui si evince che le bambine avrebbero dovuto raccontare subito tutto alle famiglie, al fine di poter agire per tempo: la legge italiana non permette paure o dubbi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!