Kylie Jenner fa crollare SnapChat in borsa e il fondatore è furioso con lei. Tutta colpa di un tweet

kylie jenner

Kylie Jenner, la famosa influencer americana, ha causato un grave danno al social Snapchat, per colpa di un tweet – a sua detta – innocente. Ma il fondatore non la pensa come lei.

Kylie Jenner, sorella di Kim Kardshian, ha 20 anni ed è un’assidua frequentatrice di reality americani ed è oggi una delle maggiori influecer a livello mondiale.

Fin troppo, a quanto pare, perchè basta un suo semplice tweet per mandare in bancarotta il fondatore del social network Snapchat.

A seguito del restyling di SnapChat, Kylie Jenner ha posto una domanda ai suoi follower chiedendo se il malfunzionamento del social riguardasse solo lei o a livello globale, evidenziando che tutto questo fosse una grande tristezza.

24,5 milioni di follower su Twitter hanno letto questo post, condiviso e commentato: solamente dieci minuti dopo Wall Street ha registrato un calo in borsa di SnapChat pari a 1,3 milioni di dollari.

L’influecer ha corretto subito il suo post, dicendo al mondo di quanto lei sia amante di SnapChat e di come questo social sia il suo primo amore, ma nulla è riuscito a fermare il crollo (anche la successiva eliminazione dei due tweet).

Le azioni di SnapChat hanno chiuso con una perdita dell’6% ed una cessione dell’8%, ritornando al prezzo netto di quanto avevano fatto il loro ingresso in borsa.

Il fondatore del Social Network si è dichiarato infuriato e sicuramente vorrà chiedere i danni a Kylie Jenner per quanto accaduto.

Facebook Comments