La previsione di Feltri: incarico a Di Maio? Dopo saremo nel casino più totale

Le parole di Vittorio Feltri fanno riflettere sul destino dell’Italia dopo le elezioni. Cosa succederà se al potere saliranno i cinque stelle? Ecco la risposta di Feltri

Vittorio Feltri dice la sua a pochi giorni dalle elezioni politiche del 4 marzo, la sua in merito ad eventuali vittorie del Movimento cinque stella. Tutti siamo curiosità di capire verso chi propenderà la preferenza degli italiani.

E c’è chi formula previsioni anche a giudicare dai sondaggi. Vittorio Feltri, con un editoriale pubblicato poche ore fa sul quotidiano che dirige: Libero. Se il M5S diventasse la prima forza politica italiana con quasi il 30% delle preferenze, il governo finirebbe nelle mani di Luigi Di Maio.

Luigi però, probabilmente non riuscirà a racimolare bene i voti necessari in parlamento. A quel punto la palla passerebbe al centrodestra, con risultati egualmente fallimentari.

Vittorio Feltri apre il suo giornale su quanto pronunciato qualche giorno fa dal presidente della Commissione Europea, anche se considera Jean Claude Juncker “simpatico come una malattia terminale”.

Solo lo scorso 22 febbraio, Juncker aveva infatti rivelato che l’Ue dovrebbe prepararsi a fronteggiare la situazione peggiore dopo le elezioni politiche italiane del 4 marzo. Le speranze di firmare un governo operativo sono minime secondo Juncker. Si prospetta quindi che nessuna forza politica riuscirà a formare un governo.

Feltri, crede che il M5Sguidato da Luigi Di Maio, potrebbe anche arrivare ad ottenere il 30% delle preferenze degli italiani. A quale puto, per Feltri, l’Italia finirebbe nel caos. Nasceranno coalizioni con altre forze politiche per necessità.

Ma quali? Liberi e Uguali di Pietro Grasso, prevede Feltri, ma non basterebbe allora i penta stellati finiranno per rivolgersi al Pd. Per Feltri il connubio Di Maio-Salvini è impossibile. Insomma, come ha concluso Feltri, “prepariamoci al casino”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Susy Caruso: