Incidente, un’auto tampona un tir fermo in coda sulla A1: muore allenatore pattinaggio

In Toscana, tra le province di Siena e Arezzo, un automobilista ha tamponato un tir fermo sulla A1. Per l’uomo, allenatore di pattinaggio, non c’è stato nulla da fare

L’incidente sulla A1 ha tolto la vita ad un uomo di 44 anni, Gabriele Quirini, allenatore di pattinaggio artistico a rotelle. Lo schianto si è verificato tra i caselli di Chiusi (Siena) e Valdichiana (Arezzo), lungo la carreggiata nord.

Da quanto rivelato da autostrade, un’auto ha accidentalmente tamponato un mezzo pesante fermo per una coda che era stata regolarmente segnalata: era stato segnalato sia sui pannelli a messaggio variabile sia dal personale di viabilità su strada.

Gabriele Quirini con la sua morte ha lasciato un vuoto nel mondo del pattinaggio artistico italiano e internazionale. Amici e parenti piangono a sua tragica perdita. Anche sui social gli amici e i conoscenti manifestano la loro tristezza per la morte di un campione che ha dato tanto allo sport, ma anche dal punto di vista umano. Questo il messaggio, rilasciato sul suo profilo Facebook ufficiale, con cui la Federazione italiana sport rotellistici (Fisr) ricorda e dice addio al grande e il tecnico romano.

“Un lutto atroce colpisce il nostro mondo: Gabriele Quirini ha perso la vita questa mattina in un incidente stradale. Sei stato un riferimento per il mondo del pattinaggio italiano e internazionale. Non ci sono parole per raccontare quanto ci mancherà il tuo sorriso. Ciao Gabriele”.

Era persona molto stimata ed è morta in un modo davvero assurdo, una tragica fatalità.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!