C’è Posta per Te, la storia di Tony scandalizza il pubblico: abbandona moglie e figlie per tornare da mamma e papà

La storia di Tony ha lasciato il pubblico senza parole. l’uomo, all’improvviso, un giorno ha deciso di lasciare la sua famiglia e tornare dai suoi genitori

Tra le storie che più hanno lasciato senza parole, c’è senza dubbio quella di Tony. Un giorno come un altro, Tony si sveglia e decide di abbandonare la moglie Lorena e le figlie, tra cui Valeria, la più grande. Tony prese un treno per tornare da Foggia a Torino, la sua città natale. Ovviamente, allo stato attuale delle cose, le due famiglia si odiano, al punto che per ventitré anni Tony non ha sentito la sua famiglia di origine, mentre adesso che ha ritrovato i genitori, non ha più rapporti con moglie e figlie.

A chiamare C’è posta per te, non è però Tony, ma Valeria la figlia maggiore della coppia. La ragazza non riesce a dimenticare il suo papà e vuole che le sue sorelline possano conoscerlo. Al suo papà chiede:

“Chiedo a te di aprire il cuore. Tu sei e resterai nostro padre qualunque cosa succeda”.

La ragazza è scoppiata a piangere in studio davanti a Tony e la sorella dell’invitato, Katia, che però è pervasa da un odio irragionevole nei confronti della moglie del fratello e anche delle nipoti più grandi. Tony non sa se vuole ancora ricoprire il ruolo di padre. Il pubblico in studio, ma anche quello a casa in parte, è rimasto molto sconcertato dall’atteggiamento dell’uomo, evidentemente senza spina dorsale.

Katia vorrebbe che l’uomo non avesse più contatti con la moglie e le due figlie maggiori. Il motivo? Secondo la donna loro lo plagerebbero aizzandolo contro la sua famiglia. Valeria però rassicura che vuole riabbracciarlo e non capisce perché dopo il divorzio suo padre si sia separato anche da loro.

Alla fine, grazie alle parole di Maria De Filippi, Tony e Katia decidono di aprire, scendendo ad una sorta di compromesso: dallo studio escono sia Katia, sorella di Tony, che sua moglie Lorena. L’uomo ha così abbracciato Valeria e le sorelline che aspettavano dietro le quinte, che non sono venire nello studio, in quanto minori. Una storia che ha lasciato però tutti molto sconcertati, nonostante il favorevole epilogo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!