Rocco Siffredi in difesa di Elkann: “Vip e politici vanno a trans: sono ipocriti”

Parole che provocheranno reazioni sicuramente delle reazioni da parte dei politici, soprattutto quelli con la coda di paglia: Siffredi ha denunciato la sua realtà in difesa di Elkann

Rocco Siffredi difende a spada tratta il rampollo degli Agnelli. Nel corso della nuova puntata de “LA CONFESSIONE”, presentato da Peter Gomez e in onda sul NOVE di Discovery Italia, che torna venerdì 23 marzo alle ore 23:00, Rocco ha risposto così alla domanda sul motivo che spinge tutti a dipingere Lapo come un pervertito depravato. Per l’attore a luci rosse c’è una sorta di accanimento nei confronti di Lapo:

“Potrebbe fare l’italiano classico organizzandosi meglio, invece si fa beccare. Sono nauseato dalla cattiveria spropositata verso di lui”.

Tutti sanno che il mondo trans, il celebre porno-attore lo conosce sin troppo bene. Ma lui sottolinea di non essere il solo ad avere avuto rapporti con persone che hanno deciso di cambiare sesso:

“Ho fatto due o tre produzioni con le trans. So che una miriade di politici e persone famose vanno con loro, ma sono tutti ipocriti. Moralismo italico”.

Gomez ha poi rincarato la dose con una domanda molto provocatoria sui politici. Chi ha secondo il regista hard il fisico più adatto per il mondo del porno?

Siffredi non ha nessun dubbio e risponde secco: “Sempre detto, Berlusconi”. E da qui Gomez chiede se Siffredi lo abbia votato alle ultime elezioni, lo scorso 4 marzo. Ma Rocco risponde secco, con il solito tocco di ironia che lo contraddistingue:

“Mai votato in vita mia”

Come la prenderà Lapo questo intervento in suo favore da parte di Rocco?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!