Gambling online: 4 milioni di utenti nel 2017. Spesa in crescita del 40%

Il gioco online sta conquistando sempre più fette di mercato. È quanto emerge dalla ricerca condotto dall’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano.

Questa situazione di crescita del settore dovuta ad un gioco maggiormente regolamentato, grazie alla tracciabilità dei flussi di gioco e la creazione di una lista nera di 6.000 siti web «.com» inibiti che ha portato le persone ad una migrazione verso i siti «.it».

I motivi della crescita

Il settore online è cresciuto esponenzialmente in questi anni per una serie di fattori. Da una parte vi è stato l’ingresso nel mercato AAMS di importanti competitors internazionali che hanno saputo sfruttare la “ricerca ludica” del pubblico con offerte sempre più vantaggiose. Pensiamo ad esempio a Bet365, Betaland e Goldbet che, non solo hanno ampliato il panorama dei giochi e delle rispettive tipologie, ma, in contemporanea, si sono sganciati dalla figura di semplici bookmakers, offrendo anche altri servizi, primo tra tutti la possibilità di vedere le partite in diretta streaming.

Un ruolo chiave è stato svolto anche dal contrasto al gioco illegale e dal lavoro svolto congiuntamente tra le principali piattaforme di casinò online e l’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane. “Le politiche di contrasto al gioco irregolare intraprese nel corso del 2017, hanno sortito effetti positivi su diversi fronti del perimetro legale del gioco pubblico italiano. Queste hanno visto la messa in atto di azioni volte ad impedire l’accesso dei players su siti senza licenza o nel generare un ecosistema attrattivo per gli operatori stranieri ancora sprovvisti di licenza”, ha commentato Samuele Fraternali, direttore dell’Osservatorio gioco online, in un’intervista pubblicata da Gaming Report.

Il terzo fattore di crescita è dato dallo sviluppo tecnologico degli smartphone. Ormai, sempre più persone navigano in modalità mobile, preferendola a quella desktop (ovvero da pc). La possibilità di poter giocare ovunque ci si trovi e a qualunque ora, ha sdoganato il gambling da attività saltuaria a vero e proprio hobby, catturando una fetta di pubblico sempre più ampia. Non è un caso che l’Italia sia uno dei Paesi dove vi è una maggior diffusione degli smartphone. Lo sviluppo tecnologico del mobile è destinato a segnare uno spartiacque nel settore del gambling online i cui reali vantaggi si vedranno solo intorno al 2020, quando, cioè, si avranno a disposizione i dati di questi ultimi anni.

Sempre più giocatori

Attenendoci sempre ai dati del Politecnico di Milano, si può affermare come, lo sviluppo del settore online abbia portato anche ad un aumento del numero di giocatori. Il mercato del gioco online ha registrato una spesa netta di 1,38 miliardi di euro, con una crescita del 34% rispetto all’anno precedente. Nel 2017 gli italiani che hanno effettuato almeno una giocata sono stati 2,2 milioni, in crescita del 7% rispetto al 2016. Da sottolineare anche il numero di utenti con un conto attivo che si avvicina alla soglia dei 4 milioni. Infine, il profilo medio del giocatore è rappresentato da uomo, età-media, proveniente dal centro sud, anche se il numero delle donne è in costante aumento.

Lo sviluppo del settore online ha portato con sé un problema relativo ai giovani. Stando ad uno studio pubblicato su Gaming Report, su un campione di 11mila giovani tra gli 11 e 19 anni, un minore su due è tentato dalle scommesse, ma solo il 17% ne avverte effettivamente la componente di rischio o dipendenza.

Facebook Comments