Tempesta di sabbia: India in ginocchio

L'India sotto la tempesta

Una violenta tempesta di sabbia ha messo in ginocchio l’India

Tragedia nel paese asiatico. Una violenta tempesta di sabbia, accompagnata da piogge incessanti,ha devastato gli stati indiani dell’Uttar Pradesh e del Rajasthan, al confine tra Nepal e Pakistan. I venti, che sono arrivati anche a 145 km/h, hanno sradicato alberi e fatto crollare pareti e tetti di numerosi abitazioni. Secondo fonti ufficiali al momento si contano 98 morti e più di 140 feriti, con il numero che è destinato tragicamente a salire.

La tragedia ha colpito maggiormente il nord del paese

Ad Agra, città dell’Uttar Pradesh, si sono registrati 36 morti, il maggior numero di vittime causate dalla catastrofe naturale, mentre nel Rajasthan si registrano, al momento, 35 decessi, principalmente nei distretti di Bharatpur, Dhaulpur e Alwar. La maggior parte delle vittime sono morte a causa dei fulmini, sepolte dal crollo delle case e dalla caduta di grossi alberi.

Soccorritori al lavoro incessantemente notte e giorno per far fronte all’emergenza. Colpita anche Delhi mercoledi sera, con una forte raffica di vento che ha causato diversi disagi, tra cui il dirottamento di diversi voli, tra cui anche due internazionali. Vicinanza del governo alle famiglie colpite e per far fronte ai danni hanno annunciato un risarcimento di 400’000 rupie (5’000 euro) per le famiglie colpite dal lutto.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!