Lavori strani: ecco i migliori dal mondo e dal passato

Lavori strani: dal bussafinestre alla cavia di cure farmacologiche. Potremmo dare la colpa alla crisi ma i lavori assurdi sono sempre esistiti…

I lavori strani non sono frutto della crisi, questo è ormai un dato di fatto visto che i più bizzarri vengono dal passato anche se, quelli dei nostri tempi non sono da meno: vediamo quali sono i mestieri più stravaganti al mondo. Da quelli super pagati a quelli che invece non  sono affatto gratificante.

In diretta dal passato…

In passato c’era una quantità notevole di lavori strani che oggi sarebbero obsoleti e che venivano fatti in mancanza di tecnologie e in relazione ad usi e costumi diversi. Un esempio? Nel diciassettesimo secolo non c’erano le sveglie, o comunque i proletari non ne possedevano, e per le case passava un tizio chiamato bussafinestre che bussava alla finestra fino a che il “cliente” non confermava di essere definitivamente alzato.

Il bussafinestre faceva il giro dell’intera zona: che non possa esserci utile anche oggi? Un altro lavoro bizzarro era il cosiddetto “bambino cavia” o “bambino delle botte”. Nell’antichità i giovani eredi al trono non poteva essere toccati neppure per subire una punizione, così che gli istitutori picchiavano uno dei bambini con cui aveva fatto amicizia in modo tale che lo stesso futuro re imparasse la lezione. Pensate che sia finita qui? No, abbiamo ancora il pagliaccio dei defunti che nell’antica Roma ironizzava sulla personalità del defunto allestendo un vero e proprio show che serviva a far andare il morto stesso nel al di là in modo sereno: inquietante.

Anche il presente non scherza…

Anche oggi i lavori strani non sono da me. Negli Stati Uniti abbiamo l’assaggiatore di cibo per cani (e non è uno scherzo) si tratta di una persona che assaggia crocchette e bocconcini per stabilirne gusto e consistenza. Va bene amare gli animali ma…Passiamo poi alla lettrice di rossetti: un tempo si leggeva la mano, oggi l’impronta delle labbra e questa intrerpretatrice labiale è molto richiesta perfino alle feste VIP.

Pensate che sia finita qui? No, abbiamo ancora il manichino umano e la statua vivente ( che sono ben pagati ) ed ancora il produttore di polli di gomma, che per l’imprenditore Gene Rose è stato molto remunerativo. Abbiamo i raccoglitori di gomme da masticare e di palline da golf, quest’ultimi spesso vanno a recuperarle perfino nei laghetti. C’è poi la cavia umana di medicinali, la crisi l’ha portata anche in italiana insieme a molti candidati e, ultima chicca, il detective per animali scomparsi. Bè, ce n’è per tutti i giusti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Valentina: