Luciana Littizzetto, che orrore: “Forse era…” come ridicolizza la Bongiorno

Luciana Littizzetto
Luciana Littizzetto nel programma Che tempo che fa

Luciana Littizzetto proprio non vuole saperne di fermarsi

Anche ieri nel programma Che tempo che fa, Luciana Littizzetto ha usato la solita comicità per spiegare, a modo suo, quello che sta succedendo all’interno della politica del nostro paese.
Già la settimana scorsa, e quella prima ancora, si era occupata dell’argomento alzando un polverone sui social.

L’intervento di Luciana Littizzetto sul nuovo Governo

Secondo me, il contratto non l’ha letto nessuno. Come le condizioni d’uso sul web: basta cliccare accetta“. Sentendo le sue parole, sembrerebbe che più del 50% dei votanti alle scorse elezioni, abbiano dato la preferenza a degli analfabeti che sanno solo mettere una crocetta. L’accostamento alle condizioni sulla privacy dei siti web o al bugiardino delle medicine, è veramente fuori luogo. (Continua dopo la foto)

Milano – Puntata trasmissione Che tempo che fa – Nella foto Luciana Littizzetto e Fabio Fazio

Non contenta dice la sa anche su alcuni dei nomi che potrebbero ricoprire alte cariche nel governo che sta per nascere come Giulia Bongiorno: “E le quote rosa? Hanno accennato a Bongiorno, ma forse era un saluto“. Questo è l’apice del suo intervento serale.

Luciana Littizzetto e Fabio Fazio in caduta libera

Più di una volta Luciana Littizzetto è stata esortata a limitare il suo linguaggio e a non fare battute volgari solo per cercare di strappare una risata.
Gli utenti e i telespettatori continuano a chiedersi come faccia a rimanere all’interno della televisione pubblica. Grandi personaggi e pensatori, invece, vengono eliminati dei palinsesti o relegati ruoli da comprimari.
Il programma Che tempo che fa condotto dal suo amico Fabio Fazio, inizia ad essere in caduta libera per quanto riguarda gli ascolti. I vari competitor, durante la stessa fascia oraria, hanno così vita facile e riescono a strappare la leadership.

La cosa che fa indignare gran parte della gente è proprio il fatto che, nonostante gli scarsi risultati ottenuti dal presentatore della sua spalla comica, i costi per realizzare questo programma siano elevatissimi.
Come nelle scorse settimane, anche oggi ci riduciamo a parlare delle gesta di una comica che ha fatto della volgarità e del nonsense il suo marchio di fabbrica.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!