Favoloso svela il retroscena sulla maglia sessista: “Dietro la frase c’era un ricatto…”

Luigi Favoloso
Luigi Favoloso, la verità sula maglietta

Luigi Favoloso lascia tutti a bocca aperta con quest’ultima dichiarazione. L’ex di Nina Moric racconta a tutti il retroscena della maglia sessista che gli è costata l’eliminazione

Luigi Favoloso è stato sicuramente uno dei personaggi più discussi all’interno della casa del Grande Fratello. L’ex di Nina Moric ha però attirato di nuovo l’attenzione su di sé svelando i motivi che lo spinsero al gesto della maglietta, un gesto sessista che provocò la sua squalifica dal gioco di Barbara D’Urso.

La frase sessista sulla maglietta: tutta la verità

Luigi Favoloso non aveva considerato che indossare una maglietta con una scritta contro il genere femminile potesse dare adito a tantissime polemiche e ad un odio della rete nei suoi confronti che non è facile da capire. Dietro a quelle parole però, c’era moto di più di quanto mostrato in televisione.

L’ex gieffino finalmente toglie a maschera e rivela al grande pubblico il retroscena del suo gesto, condannato dal Grande Fratello e dalla presentatrice Barbara D’Urso che non ha esitato a squalificarlo (squalifica tra l’altro valsa quasi nulla dato che lo stesso Favoloso voleva ritirarsi dai giochi per amore di Nina).

Il messaggio sulla maglietta? Un ricatto

Difficile dimenticare l’episodio della maglietta. Per giorni si è parato di quello che poteva esserci scritto di così forte e del motivo per il quale l’ex di Nina Moric l’avesse scritto. A distanza di settimane finalmente arriva la verità, nonostante la D’Urso ha cercato di insabbiare la cosa più volte.

La frase era contro Selvaggia Lucarelli, come tutti ricorderanno. Ma per quale motivo Favoloso ha scritto parole così ingiuriose nei confronti dell’opinionista? È lui stesso a fornire una spiegazione parlando di una specie di ricatto.

La maglietta di Favoloso e il ricatto

Favoloso ha dichiarato ai microfoni di Ultime dalla Casa di Emanuela Gentilin, di essere pentito di aver mostrato quella maglietta con quella frase di cattivo gusto. Favoloso è il primo a condannare il suo gesto, ma prova una volta per tutto a spiegarlo.
Ecco quali sono state le sue esatte parole:

“È stata una cosa sbagliatissima. Ho accettato la squalifica nel migliore dei modi perché me la sono meritata “.

Ma Favoloso svela anche uno strano retroscena:

“Avevo detto che se non mi avessero dato le sigarette, mi sarei svegliato con quella maglietta alle 10 del mattino. Un gesto brutto e sbagliato “.

Speriamo che Favoloso sia realmente pentito del suo gesto e che in futuro non replichi atti così orribili, incivili e sessisti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!