L’immaginazione sconfinata di Davide Mana

Se pensi ha un mondo immaginario, non puoi che  pensare a Davide Mana!

Altro viaggio. Altro autore italiano. Davide Mana. Scrittore che padroneggia sia l’italiano sia l’inglese, visto, le varie pubblicazioni in entrambe le lingue.

Qui entriamo nel fantastico e nel weird. Una terra sconfinata che può essere raccontata solo con stile e eleganza solo da chi ha una marcia in più. L’incontro con questo scrittore è nato, grazie alla lettura di una raccolta di racconti. Dark Italy, alla quale dedicherò un articolo integrale in seguito. Lo scritto di Mana da vita alla copertina del libro. Inquietante e surreale.

L’odore dei luoghi vuoti

Una fessura verticale si aprì sul volto, una ferita che rivelava due file di zanne aguzze e una sottile lingua violacea.

La protagonista è una ragazza che sopravvive occupando le case degli altri. Per una notte, il tempo della sua permanenza, dorme nei loro letti, prova i loro vestiti, guarda la tv e mangia nelle loro cucine. Durante una di queste scorribande, mentre sta dormendo, viene svegliata da una chiave che gira nella toppa d’entrata e due persone violano la sua privacy rubata. Da quel momento tutto si trasforma in un incubo. Un incubo fatto di lingue, saliva, sangue e volti non umani.

Da non perdere!

Lo sceriffo che era dannatamente in gamba a far male alle persone!

Questo è un racconto breve, che ci porta nel lontano West. Il titolo, è intrigante ma indica parzialmente quello che viene descritto nelle pagine. Dopo poche pagine, siamo disorientati, bisogna tornare a leggere nuovamente, per capire quello che realmente succede. Questo piccola sensazione di smarrimento è quello che voglio, quando leggo fantasy, in questo caso weird-fantasy. Mana riesce a stupirci con la sua immaginazione, che non è cosa da poco. Il protagonista è uno sceriffo che nella sua placida cittadina, dove gioca a scacchi e fuma, davanti al suo ufficio, deve affrontare uno strano visitatore. Uno straniero dedito al saccheggio e al ladrocinio. Però non è solo cattivo e qualcosa di più…

Non c’è dato sapere, chi era il protagonista buono, prima di indossare la stella e forse non c’è dato sapere cosa fare una volta dismessa. Scorgiamo solo una piccola parentesi di quel mondo e ci piace. Ne vogliamo ancora! Quando uno scrittore ci regala questo, ha fatto centro.

L’autore oltra a scrivere, sia in maniera indipendente, sia con affermate case editrici, offre a chi lo desidera diversi workshop di scrittura. Dalla lettura e comprensione di testi a veri e propri approfondimenti per riuscire se si ha un po’ d’immaginazione a creare mondi simili ai suoi. Potete contattarlo tramite il suo blog “Strategie Evolutive”.

La lista dei libri e racconta e lunga ma sta a voi cercarla, il bello di essere lettore sta anche nella fase di screening, quando prima di comprare, osserviamo la nostra preda e poi decidiamo e scegliamo quale deve essere. Sta a noi poi capire se mangiarla in qualche boccone o gustarla in ogni sua parte.

Buona lettura.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!