Nadia Toffa riappare in televsione su Rai Uno: “Volevo esserci. Contro il Tumore non mi arrendo..”

Nadia Toffa tumore

Finalmente potremmo rivedere Nadia Toffa in televisione. Questa volta, rivedremo la bella Iena su Rai Uno in occasione della premiazione del Premio Lucchetta, in seconda serata

Era da mesi che non vedevamo Nadia Toffa di nuovo in televisione. Pochi giorni fa, abbiamo finalmente ricevuto sue notizie: Nadia ha ringraziato sui social tutti i suoi fan e gli amici che le hanno fatto gli auguri per il suo 39esimo compleanno. La bella iena bionda ha fatto ricorso a tutte le sue energie per presenziare ad una serata molto importante, dedicata al Premio Lucchetta che ha ricevuto per una inchiesta svolta proprio alle Iene.

Nadia e il suo lavoro alle Iene

Grazie al suo programma, Nadia Toffa è riuscita a dimostrare a tutti il suo talento da giornalista e presentatrice. Il suo atteggiamento irriverente, ma sempre motivato alla chiarezza e dalla giustizia, è riuscita a smascherare più di un delinquente e a rendere note agli italiani realtà che definire assurde è limitativo.

Un di queste realtà parallele, è quella della prostituzione infantile che in alcune zone del nostro paese avviene in maniera del tutto tranquilla. Le Iene, con i loro servizi- e in particolar modo Nadia- sono riuscite ad arginare il fenomeno o comunque, quantomeno, a segnalarlo in maniera sonora alle autorità competenti. E’ ingiusto che i bambini, per soldi, siano costretti a vendere il proprio corpo.

Nadia Toffa e il premio per l’inchiesta sulla prostituzione minorile

Nadia Toffa, come già annunciato mesi fa, è tra i vincitori dell’edizione di quest’anno del premio Marco Luchetta, un premio riservato alle chieste giornalistiche più scottanti e impegnative svolte in Italia. La Iena, con il collega Marco Fubini, sarà meritatamente premiata per l’inchiesta sulla prostituzione minorile nei pressi dello stadio San Nicola, a Bari.

La consegna già è avvenuta, ma noi la vedremo in onda oggi, in seconda serata, su RaiUno. Ecco una parte del discorso che la conduttrice ha fatto durante la premiazione, relativa al tema della sua inchiesta:

“L’inchiesta è una di quelle che ti scuote l’anima, ti sbatte senza filtri di fronte alla peggiore miseria umana. Eravamo partiti con l’obiettivo di porre fine a questo schifo, fatti di questa gravità eravamo abituati a vederli in posti lontani, invece succedono in pieno giorno anche nelle principali città d’Italia.”

Nadia e il ringraziamento alle Forze dell’ordine

Nadia menziona anche il lavoro che le forze dell’ordine han fatto per segnalare chi commetteva queste cose orribili e incentivava la prostituzione:

“Le indagini delle forze dell’ordine hanno però consentito di arrestare molte persone così dette ‘per bene'”.

Per fortuna l’indagine ha dato i risultati sperati. Adesso la piaga sembra arginata. La Toffa conclude così il suo :

“Questa vergogna andava fermata e così è stato. Nel ringraziarvi per il vostro riconoscimento, il mio pensiero va a tutti i bambini costretti a subire abusi, che non hanno nemmeno la forza di gridare aiuto. Sono ancora tanti, troppi, hanno bisogno di essere salvati e ogni violenza che subiscono è un pugno nello stomaco di tutti noi.”

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!