Nightbird di Lucia Patrizi un viaggio nell’eterico fantastico

Nightbird: biciclette, spiriti, entità in una Roma soprannaturale!

Acheron Books mi sta dando parecchie soddisfazioni. Ho letto parecchi libri editi da loro e continuerò a farlo. Detto questo parliamo di questo strano romanzo che ci porta in una Roma infestata da presenze ectoplasmatiche. Nightbird è uno di questi!

Il tema dei fantasmi è ricorrente, come è ovvio che sia, nella letteratura di genere ma devo dire che sono rimasto colpito da come ci vengono mostrati. Ci sono dei passaggi meravigliosi, destinati a rimanere impressi nella memoria del lettore. Tre in particolare (trovateli da soli!!!) mi hanno impressionato per  come vengono descritti e per la situazione al limite. Grande autrice non c’è dubbio!

Nightbird un viaggio nel diverso!

Siamo trasportati nel mondo di Irene e Giada e le loro biciclette. La protagonista vede, sin da piccola, le entità delle persone morte. Ne fa una professione, diventa un’acchiappa fantasmi,  aiutata dalla sua amica Giada che è trapassata anni prima. Il romanzo oltre a affrontare l’impossibile, ci offre uno scorcio nella vita del diverso (diverso per chi ha la mente chiusa) e le difficoltà che deve vivere. La vera storia, in effetti, è proprio il rapporto difficile tra la protagonista e la sua migliore amica, che per evidenti ragioni (è morta) non può esistere un vero contatto fisico. L’autrice ci accompagna tra il presente doloroso e minacciato da entità (non tutte appartengono al generis Homo Sapiens Sapiens) al passato quando Giada era ancora viva. Un mix, che alterna pura adrenalina a placide riflessioni.

Come sempre da comprare, leggere e divorare.

Cito direttamente dal libro:

Lucia Patrizi vive, pedala e lavora a Roma. Di mestiere fa l’assistente al montaggio, una faccenda esoterica e quasi incomprensibile anche agli addetti ai lavori. L’obiettivo è quello di passare il prima possibile da assistente a montatore, se non per ambizioni personali, almeno per non dover dare troppe spiegazioni quando qualcuno le chiederà cosa fa nella vita. Nel frattempo, potete cercarla all’ultimo posto in fondo nei titoli di coda di serie come “Tutto Può Succedere” e “Gomorra”. Ha montato un film di fantascienza indipendente, “L’Ultimo Sole della Notte”, di Matteo Scarfò. Potete leggere i suoi sproloqui sul cinema horror – e non solo – sul blog “Il Giorno degli Zombi”. Quando non mette insieme pezzi di film e non scrive, va in bicicletta o sott’acqua. “Nightbird” è il suo terzo romanzo.

Se poi volete leggere altri libri cliccate qui e non verrete delusi!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!