Rosy Abate – La Serie: anticipazioni della seconda stagione

Rosy Abate - La Serie
Rosy Abate - La Serie: anticipazioni della seconda stagione

A breve inizieranno le riprese della seconda stagione di “Rosy Abate – La Serie” nata dallo spin off di Squadra Antimafia.

Finalmente arriva una bellissima notizia per i telespettatori che hanno seguito la fiction “Rosy Abate – La Serie”, con protagonista principale Giulia Michelini. Dopo il clamoroso successo di critica e pubblico della prima stagione, è tutto pronto per le riprese dei nuovi episodi.

Rosy Abate – La Serie: Giulia Michelini rivestirà ancora i panni della Regina di Palermo

Le media di quasi 5 milioni di spettatori della prima stagione, che si è conclusa il 10 dicembre 2017, ha spinto i dirigenti Mediaset a convincere Giulia Michelini a tornare a rivestire i panni della mafiosa Regina di Palermo.

Gli episodi del nuovo capitolo che dovrebbero essere cinque, saranno girati a Roma, Napoli, e in Sicilia. Per quanto riguarda la data di messa in onda, lo scorso aprile il produttore cinematografico Pietro Valsecchi ha dichiarato che la fiction “Rosy Abate – La Serie 2” dovrebbe essere pronta per l’autunno del 2018, perché i tempi di lavorazione delle nuove puntate non saranno estesi.

Rosy Abate – La Serie: spoiler sul secondo capitolo

E’ proprio così, a breve inizieranno le riprese della seconda stagione della serie televisiva prodotta da Taodue, di Pietro Valsecchi e diretta da Beniamino Catena. L’attrice romana Paola Michelini interpreterà sempre Regina Mainetti, ovvero la nemica della famosa Regina di Palermo.

Stando alle prime anticipazioni, conosceremo un lato ancora più malvagio di Rosy. Dopo aver trascorso sei anni in carcere, sarà pronta a tutto per proteggere il figlio Leonardo, che credeva di aver perso anni fa. Ovviamente non mancheranno i colpi di scena. Ci saranno nuovi personaggi che faranno di tutto per rovinare la vita della siciliana. Infine Regina e Rosy avranno un rapporto diverso, mentre Leonardino ormai diciassettenne non sarà più lo stesso di prima, soprattutto nei confronti della madre.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!