Roberto Saviano, figuraccia in un programma Rai: sulla Prima guerra mondiale sbaglia tutto

Roberto Saviano, figuraccia nel programma Rai Il Supplente

Roberto Saviano colleziona una clamorosa figuraccia nel nuovo programma “Il Supplente”, il nuovo reality show di Rai Due. Il format di questo programma è molto semplice: in una classe di una scuola italiana viene annunciato l’arrivo di un supplente che però è un personaggio pubblico. Nella puntata andata in onda lo scorso 13 giugno 2018, Roberto Saviano si è recato in una scuola della sua città, ovvero Napoli. Questa volta, però, ai ragazzi non ha parlato del suo popolare romanzo “Gomorra”, bensì della Prima Guerra Mondiale.

Roberto Saviano a ‘Il Supplente’ stecca in Storia 

“Prima Guerra Mondiale”, ha esordito lo scrittore partenopeo, come ha sottolineato il sito internet “Iustitia.itPoi Saviano ha fatto agli alunni questa domanda: “Ricordate il caso di quell’alto ufficiale francese…?”. A quel punto è intervenuto un ragazzino rispondendo così: “Alfred Dreyfus”“Benissimo”, ha esclamato il giornalista. Un errore che non è passato inosservato, infatti, come ha sottolineato il portale “cronachedi.it, il caso Dreyfus non c’entra assolutamente nulla con il primo conflitto mondiale. (Continua dopo la foto)

Roberto Saviano in una scuola di Napoli

Lo scrittore napoletano colleziona una figuraccia nel reality di Rai Due 

Il militare francese Alfred Dreyfus venne accusato di essere una delle spie della Germania. Quindi, l’uomo fu degradato e condannato senza alcun motivo. Tutto questo risale nel 1894, quindi ben vent’anni prima della guerra. Roberto Saviano, in sostanza, ha completamente sbagliato i calcoli. Ovviamente questo errore ha creato una serie di polemiche sul web. Molti utenti hanno consigliato all’autore di Gomorra di evitare di fare lezioni di storia e recarsi lui a scuola per fare delle ripetizioni.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!