Il figlio di Simona Ventura ricoverato, 9 coltellate per difendere l’amico: il commovente post della conduttrice

Simona Ventura
Simona Ventura aggiorna sulle condizioni di Niccolò Bettarini

Simona Ventura e Stefano Bettarini hanno vissuto attimi di profondo terrore quando hanno saputo che il figlio primogenito Niccolò Bettarini era stato accoltellato fuori alla discoteca che frequentava abitualmente. Il ragazzo ha rischiato grosso ma per fortuna è riuscito a scamparla

Il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini, Niccolò Bettarini, nonostante le ferite plurime sta bene. E’ la stessa conduttrice che lo rende noto al pubblico con un post commovente che ha ricevuto tantissimi like e commenti.

Il messaggio di Simona su Instagram

La bella Simona Ventura è stata anche pesantemente criticata dopo l’accaduto. La conduttrice è stata accusata dai followers su instagram di essere una mamma snaturata: Simona, durante le ore in cui il figlio era in ospedale avrebbe pubblicato delle stories piuttosto sconcertanti. L’ex presentatrice de L’Isola dei Famosi appariva, infatti, sorridente e felice, come se nulla fosse successo.

Molti, infatti, inizialmente hanno pensato si trattasse di una bufala. Ma la conduttrice, probabilmente aveva fatto quelle stories prima di sapere dell’accaduto. Insomma, ciò che è importante veramente è che Niccolò sia riuscito a scamparla. Il 19enne ha ricevuto ben 10 coltellate ma per fortuna è riuscito a salvare la pelle. Le ferite sono numerose e alcune alla mano piuttosto profonde, ma di certo con i genitori che si ritrova si rimetterà in piedi ben presto.

Il post dopo l’aggressione

Dopo l’aggressione i due genitori hanno vissuto ore di tensione e paura, ma la Ventura non ha mai smesso di tenere aggiornati i fan circa la situazione di salute del suo primogenito Niccolò. Dopo un primo post, poche ore fa, Simona ha postato una foto su Instagram rassicurando i fan e sfogando il suo stress.

Ecco il post della conduttrice:

Parole che dimostrano quanto sia stata dura per Simona questa lunga domenica.