Diritti dei gay, Signorini contro Matteo Salvini: ‘Adozioni per tutti, anche per i single’

Signorini contro Salvini

Alfonso Signorini, il direttore della rivista ‘Chi’ ha attaccato pesantemente la linea controverso del Governo Lega Nord – Movimento Cinque Stelle sui diritti civili delle coppie omosessuali. Tutto questo è scoppiato dopo che, sabato scorso, il segretario grillino Vincenzo Spadafora ha partecipato la Gay Pride 2018 di Pompei. Quest’ultimo ha riceveto delle pesanti critiche da parte di Lorenzo Fontana, il neo Ministro dalla Famiglia che fa parte del Carroccio.

Alfonso Signorini lotta per i diritti degli omosessuali 

Intervistato dal ‘Corriere della Sera’, Alfonso Signorini ha dichiarato questo:

“Stiamo parlando di diritti che l’Italia ha conquistato dopo anni e anni, arrivando su questo bene per ultima rispetto agli altri Paesi d’Europa. E questi diritti adesso non si toccano”.

Alfonso Signorini e il desiderio di adottare un bambino anche da single 

Ma la battaglia del direttore di ‘Chi’ non si è limitata solamente alla difesa del riconoscimento delle coppie gay. Signorini punta ad un obbiettivo molto più grande: ottenere il diritto di poter adottare un bambino anche da single.

“Come omosessuale mi sento castrato da questo punto di vista. Perché non percorrerei mai la strada dell’utero in affitto, non è nelle mie corde, nella mia personalità”,

affermando che non giudica coloro che lo hanno fatto. L’opinionista del ‘Grande Fratello’, inoltre, ha dichiarato il suo desiderio di voler vivere in uno Stato dove una coppia omosessuale posso adottare un bambino senza complicazioni

Signorini si rivolge a Salvini 

Alfonso Signorini, infine, si è rivolto direttamente al neo Ministro degli Interni Matteo Salvini, affermando che è un uomo che ha capito come funziona la politica italiana.

” Visto che ha questa grande capacità, deve tenere presente che esistono altre realtà che sono di minoranza ma che non per questo non debbono essere tutelate”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!