Gigi D’Alessio rinviato a giudizio: ecco per cosa sarà processato il cantautore

Gigi D'Alessio rinviato a giudizio

Arrivano delle brutte notizie per Gigi D’Alessio. Il popolare cantautore partenopeo sarà processato. Come deciso dal Gup (Giudice dell’udienza preliminare), dovrà rispondere di evasione fiscale. A quanto pare, la cifra non pagata ammonterebbe secondo l’accusa a circa 1 milione e 700 mila euro.

Gigi D’Alessio rinviato a giudizio 

Il processo inizierà dopo le vacanze estive, ovvero a settembre 2018. Secondo le risultanze delle varie indagini portati avanti dalla Procura capitolina, Gigi D’Alessio, proprietario del 95% della società ‘Ggd Productions srl’, e il socio Antonio Albo (titolare del 5%), avrebbero presentato una dichiarazione fiscale non corretta. Ovvero le imposte dirette e l’Iva per l’anno 2010, omettendo di riportare degli elementi di reddito pari a oltre 6 milioni di euro. Evadendo l’Ires per una somma pari a 997 mila euro e l’Iva per 770 mila euro.

Il processo a Gigigi D’Alessio sarà fatto dopo quello del figlio Claudio 

A riportare questa notizia ci ha pensato il quotidiano nazionale ‘Il Tempo’. Il processo al noto cantautore napoletano Gigi D’Alessio segue quello deciso per il primogenito Claudio. Quest’ultimo è stato accusato di aver aggredito e minacciato la sua collaboratrice domestica. Il figlio dell’artista napoletano, al culmine di una lite con la sua compagna dell’epoca, Nicole Minetti: la colf si sarebbe lamentata del rumore provocato dal diverbio tra i due, venendo aggredita da D’Alessio Junior.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!