Ecco quanto ci costa l’Air Force Renzi, l’ex Premier: ‘Fake news, io non ci sono mai salito’

Dopo un periodo in sordina, l’Airbus A340-500 torna a far parlare di sé. Quello che è stato da molti definito ‘l’Airubus di Matteo Renzi’ era finito, con la caduta politica dell’ex Premier, per essere un po dimenticato da tutti.

‘Airbus Renzi’: ecco i costi di gestione 

Alcune ore fa, però, il ‘Fatto Quotidiano‘ ha pubblicato sul proprio sito l’estratto del contratto stipulato tra il Segretario generale della Difesa e la compagnia di bandiera Alitalia per quell’aereo tanto discusso. Quindi, il contratto avrebbe un costo complessivo di 144 milioni di euro, diviso per in cinque lotti differenti.

Il costo effettivo del leasing dell’Airbus Renzi sarebbe di 81 milioni e 312 mila dollari, che corrisponderebbero a circa 70 milioni di euro. Nel prezzo totale, inoltre, ci sarebbero anche altri costi di gestione. La manutenzione e i servizi Camo di ingegneria pari a 31 milioni e 751 mila euro; le operazioni di supporto, handling e ricovero in un hangar per un pasto di 12 milioni e 500 mila euro; 4 milioni di euro per l’addestramento dei piloti; e la riconfigurazione del velivolo.

Matteo Renzi: ‘Fake news. È a disposizione dello Stato, ma non ci sono mai salito’

Inoltre, nel caso in cui l’attuale Governo giallo-verde (Lega Nord – Movimento 5 Stelle) volesse tirarsi indietro e non usare più ‘l’Airbus Renzi’, spiega il ‘Fatto Quotidiano’, ci sarebbe una clausola rescissoria. In ogni caso bisognerebbe pagare comunque tutto il leasing.

“Le fake news servono a coprire le notizie vere: oggi nessuno parla più della legge Fornero, della Flat tax, degli argomenti veri della vita degli italiani, ma si gioca tutto sulla finzione e sulla paura. Ma noi diciamo no e lavoriamo col sorriso e determinazione”,

sono queste le parole che Matteo Renzi ha scritto su Facebook dopo l’articolo pubblicato dal ‘Fatto Quotidiano’ sul’Airbus.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)