Niccolò Bettarini, le prime parole sui social: “Sono un ragazzo fortunato”

Niccolò Bettarini
Niccolò Bettarini, le prime parole sui social: "Sono un ragazzo fortunato"

Niccolò Bettarini, primogenito di Simona Ventura e Stefano Bettarini alcune ore fa ha rotto il silenzio sui social, sull’aggressione subita nella notte fra sabato e domenica.

Niccolò Bettarini, primogenito di Simona Ventura e Stefano Bettarini, la scorsa domenica è stato accoltellato fuori da una discoteca milanese. A seguito dell’aggressione il ragazzo ha subito un delicato intervento all’ospedale Niguarda di Milano. Per fortuna il 19enne mercoledì pomeriggio ha rimesso piede nella sua abitazione. In questa notizia scoprirete quali sono state le prime parole pubblicate sui social dal primogenito della conduttrice tv e dell’ex calciatore.

Niccolò Bettarini è stato dimesso dall’ospedale: quattro fermi per tentato omicidio

E’ proprio così, Niccolò Bettarini dopo essere stato operato a una mano lunedì mattina, il 4 luglio 2017 è tornato a casa. Per chi non lo sapesse, il giovane è rimasto ferito nella notte fra sabato e domenica dopo aver trascorso una serata in compagnia di alcuni amici. I quattro fermati per l’aggressione ai danni del 19enne devono rimanere in prigione con l’accusa di tentato omicidio. Questa decisione è stata firmata dal gip di Milano Stefania Pepe, dopo la richiesta di convalida dei fermi e di custodia cautelare in carcere formulata dal pm Elio Ramondini. Ricordiamo che gli aggressori hanno scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere davanti ai giudici negli interrogatori.

Niccolò Bettarini pubblica un lungo post su Instagram

Come vi abbiamo già detto nei precedenti articoli, il primogenito di Stefano Bettarini e Simona Ventura è stato pestato e accoltellato per aver difeso un amico. Finalmente Niccolò dopo essere uscito dalla struttura clinica in cui è stato operato, ha rotto il silenzio su Instagram.

Il 19enne ha scritto questo lungo messaggio:

“Non sono mai stato bravo a raccontarmi. Ma, ora che sto migliorando, sento che sia giusto e doveroso dire diverse cose. Innanzitutto voglio in questo momento ringraziare la mia famiglia che mi è sempre stata vicino, nei momenti felici come in quelli brutti. Nessuno come lei ha saputo trasmettermi quella forza che mi ha permesso di non mollare mai. Sono un ragazzo fortunato e, mai come ora, sento veramente di esserlo, non solo per il fatto di essere qui a scrivervi questo post, ma anche perché so di avere degli amici che mi hanno salvato la vita. Sono cresciuto credendo nell’amicizia, è un valore fondamentale nella mia vita e farei qualunque cosa se degli amici fossero in difficoltà. Consapevolezza di aver rischiato tanto. Da questa esperienza esco più forte di prima, con la consapevolezza di aver rischiato tanto. Ricordate sempre di essere voi stessi ma soprattutto, ricordate chi siete”.

Anche il padre Stefano Bettarini, dopo aver esternato tutta la propria rabbia per il terribile accaduto, ha dedicato un post al figlio, perchè gli ha scritto queste seguenti parole:

“Bentornato a casa leone”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!