Mondiali, Matteo Salvini in Russia per la finale: “Se incontro Macron, mi alzo e vado in curva”

Salvini
Salvini ai mondiali, dice no all'incontro con Macron

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini proprio non sopporta il presidente francese Macron e contro di lui ha detto una serie di battutine che stanno facendo il giro del web

Macron non apprezza Matteo Salvini e si può dire che per il nostro Ministro dell’Interno sia un sentimento condiviso. Poche ore fa, Salvini ha confermato la sua presenza in Russia, per i mondiali che vedranno la Croazia contro la Francia. Ecco cosa ha detto il vicepremier.

Salvini ai Mondiali ma lontano la Macron

Non c’è ancora pace tra Matteo Salvini e Macron, il presidente francese. Fra poche ore li vedremo insieme in occasione della Finale in Russia e c’è da aspettarsi scintille tra i due. Macron non è stato molto carino nei confronti dell’Italia e in particolare delle scelte politiche adottate dal vicepremier leghista.

Salvini ha confermato la sua presenza all’ultima partita dei Mondiali e ha detto:

“Di vedere Macron che saltella proprio non ho voglia. Oggi ho fatto la foto con il ministro della Croazia che aveva la maglietta, sperem”.

Ad una partita così importante per la sua nazione, Macron non mancherà e sicuramente farà un tifo agguerrito per la sua patria. I Galletti si augurano di sconfiggere i croati e a riportare la coppa del mondo a Parigi dopo la cocente delusione di Berlino di 12 anni fa.

Salvini eviterà Macron

Al Ministro è stato espressamente chiesto da un giornalista se avesse intenzione o meno di incontrare e parlare con il Presidente francese. Come al solito il vicepremier Salvini risponde senza peli sulla lingua:

 “Guardi, piuttosto mi alzo e me ne vado in curva”.

Macron, in uno dei suoi ultimi discorsi ha già fatto sapere che al fischio d’inizio sarà al suo posto e ne approfitterà per incontrare Vladimir Putin. Ad ufficializzato l’ambasciatrice francese in Russia, Sylvie Bermann, che ha dichiarato:

 “è necessario condurre un dialogo con la Russia, per risolvere le situazioni di crisi”.

Dal Cremlino c’è la conferma di un contatto tra i due leader allo stadio Luzhiniki e per il vice ministro degli Esteri russo, Aleksandr Grushko, potranno anche discutere “di relazioni bilaterali”. Con Salvini la cosa è piuttosto improbabile dato che tra loro i rapporti sono molto tesi.