Berlusconi senza freni, attacca il Governo : “Luigi Di Maio ammazza l’Italia, Matteo Salvini? Non può governare così”

Silvio Berlusconi voleva governare lui il nostro paese al posto di Luigi Di Maio e Matteo Salvini. I due si sono alleati e secondo il leader della Destra non stanno facendo un buon lavoro

Parole al vetriolo quelle di Silvio Berlusconi: il leader della Destra le ha per tutti. Attacca sia il M5s che la Lega di Salvini. Ecco le sue parole contro il neo Governo formato dall’improbabile e discussa alleanza tra i grillini e Salvini.

L’attacco di Silvio Berlusconi al nuovo Governo

Non è mai stato convinto Silvio Berlusconi della riuscita del nuovo Governo. Il leader della Destra avrebbe voluto mettersi lui alla guida dello Stato magari alleandosi proprio con il leader del carroccio. Ma i voti, questa volta, non l’hanno premiato. Questo però non gli impedisce di dire la sua sulle scelte dei due Ministri. Molto critico Berlusconi soprattutto nei confronti del leader del M5s, Luigi Di Maio.

Ma anche contro Matteo Salvini, Berlusconi non si è risparmiato. In un’intervista concessa a Il Giornale e firmata da Alessandro Sallusti, Berlusconi dichiara:

“Di Maio massacra la produttività”.

Ma poi infila il coltello della critica ancora più in profondità:

“I Cinque Stelle si dipingono come un movimento apolitico, ma in realtà hanno raccolto tutti i peggiori cascami delle ideologie di sinistra, dalla cultura anti-industriale all’invidia sociale al giustizialismo e all’indifferenza per le libertà del cittadino”.

Di Maio, dal canto suo, non ha nascosto di voler intervenire anche su alcune questioni relative alla Rai e pure a Mediaset. Il leader di Forza Italia si dice:

“più che preoccupato: se accadesse davvero l’Italia cesserebbe di essere un paese libero e una vera democrazia”.

Le critiche a Salvini

Berlusconi si esprime negativamente anche contro la Lega e Salvini. Sallusti solleva la questione della possibile rottura dell’alleanza tra i due partiti per correre da solo già alle prossime amministrative. Il Presidente della Mediaset rivela la sua:

“Sarebbe una possibilità realistica solo se la Lega avesse deciso di perdere. E Matteo Salvini non mi sembra sia un leader a cui piace perdere”

Infligge così , un’altra critica  al leghista:

“Continua a parlare e ad agire come se fosse in campagna elettorale. Governare è qualcosa di diverso: richiede di saper affrontare problemi complessi, con sobrietà, concretezza, senso delle istituzioni. La voglia di fare notizia spesso prevale. Questo alla luce non paga, neppure in termini di consenso”.

Berlusconi rivela anche i suoi dubbi sulla realizzabilità di una flat tax concreta e anche alla messa in pratica del reddito di cittadinanza.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!