Matteo Salvini polemizza sul calciomercato: “Cristiano Ronaldo alla Juve mi fa rosicare…”

Salvini
Salvini critica l'acquisto della Juve, Cristiano Ronaldo

Matteo Salvini non ci sta: le ultime novità del calciomercato non gli sono andate a genio. Il vicepremier si è espresso piuttosto negativamente circa l’ultimo acquisto della Juve, Cristiano Ronaldo

Il Ministro dell’interno Matteo Salvini ha voluto dire la sua, da milanista, sull’ultimo acquisto della capolista. La Juve ha avuto la capacità di fare un colpo grosso prendendo nel suo team già ben piazzato un osso duro come Cristiano Ronaldo. Ecco cosa ha detto il vicepremier sul calciatore strapagato.

Salvini al vetriolo contro la Juve

E’ un milanista convinto Matteo Salvini per questo non può gioire alle ultime novità del calciomercato. Il vicepremier, infatti, ha detto la sua anche su un argomento, che per quanto riguarda il ruolo istituzionale, non gli riguarda: l’acquisto dell’anno, Cristiano Ronaldo. Il giocatore arriva ad arricchire il calcio italiano con la sua presenza, ma sicuramente danneggerà tutti gli altri team calcistici.

Una presenza ingombrante che da milanista, Salvini, non tollera. Il trasferimento di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juve, il vicepremier leghista lo commenta così ai microfoni di Rtl Radio 102:

“Da milanista posso solo rosicare, la nostra campagna acquisti è molto più ridotta. Saranno contenti i tifosi bianconeri, temo che la Juve con questo acquisto si sia assicurata la vittoria per altri due-tre anni”.

Salvini e la polemica sull’acquisto spropositato

La Juve ha fatto quindi, per il Ministro dell’Interno un acquisto che potrebbe assicurare alla squadra la vittoria del campionato per i prossimi 2-3 anni. Il vicepremier risponde anche alla domanda se non sia eccessivo l’investimento della Juventus per l’operazione CR7 facendo un parallelo con quanto accaduto nei giorni scorsi ad un gruppo di operai dello stabilimento Fca di Melfi.

Salvini, ancora una volta, non ha avuto problemi a rispondere alla domanda e senza troppi giri di parole ha evidenziato una luce negativo nell’acquisto del team bianconero:

“È una scelta di una società privata, sono soldi privati. L’importante è che i soldi non vadano a discapito di altre aziende di famiglia. Io mi occupo di soldi pubblici e sono impegnato a ridurre i 5 miliardi che si spendono ogni anno per l’immigrazione”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!