Omicidio Sarah Scazzi, le intercettazioni di Ivano Russo: “Sabrina si avvicinava a me…” – VIDEO

Scazzi
Omicidio Scazzi, le intercettazioni di Ivano

Ivano Russo era un amico delle due cucine, Sarah Scazzi e Sabrina Misseri. I tre passavano molto tempo insieme e pare che Sabrina avesse una cotta per lui. Ecco le parole del ragazze venute fuori solo qualche mese fa

L’omicidio Sarah Scazzi continua a far discutere nonostante le condanne di Sabrina Misseri (la cugina) e Cosima Serrano (la zia). La famiglia della ragazza è stata distrutta da questo omicidio, soprattutto la mamma Concetta Serrano. Il caso ha avuto una risonanza nazionale notevole. Ecco cosa è venuto fuori dall’intercettazione.

Scazzi, l’omicidio e le bugie di Ivano Russo

Quando accadono cose come quelle successe alla povera Sarah Scazzi, si vive attimi piuttosto particolare. Si sospetta di tutto e tutti. E’ impossibile- si pensa- che nessuno sappia nulla. Eppure, alcuni, durante il processo ne sono usciti completamente indenni nonostante le evidenti contraddizioni. Uno di questi è sicuramente Ivano Russo. Il ragazzo, pare abbia detto più di una mezza verità.

Di recente, dopo le parole della ex cognata del ragazzo, i sospetti su di lui si fanno più numerosi. Alla luce dell’intercettazione messa in rete riguardante una telefonata che il ragazzo avrebbe fatto poco dopo la scomparsa della ragazzina, potrebbero diventare più chiare alcune dinamiche.

Il movente, la gelosia di Sabrina?

Tra le varie ipotesi, quella più accredita sembra la gelosia che Sabrina Misseri provava nei confronti della cuginetta e delle attenzioni che Ivano sembrava riservarle a suo discapito. Il ragazzo, durante la chiamata, si mette palesemente d’accordo con la mamma circa la versione da sostenere con le forze dell’ordine.

Chiaramente, gli inquirenti hanno chiesto più volte ad Ivano a quell’ora dove si trovasse, Ivano ha sempre risposto a casa. Ma leggendo tra le riga sembra una messa in scena. Perchè vuole nascondere la verità Ivano?

Ecco il video dell’intercettazione.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!