Valentina, la figlia di Beppe Grillo denuncia: “Ho perso dei lavori in Tv solo perchè sono sua figlia…”

Grillo
Beppe Grillo,, la figlia e il lavoro in tv

Beppe Grillo non è mai stato descritto e raccontato come ha fatto la figlia Valentina che ha rivelato quanto pesante possa essere affermarsi in televisione con un cognome così scomodo

Avere un papà famoso come Beppe Grillo non è sempre vantaggioso, lo sa bene Valentina Scarnecchia, la figlia del fondatore del Movimento 5 stelle. Il partito di Grillo negli anni ha riscosso sempre più successo ed è riuscito a formare con la Lega un Governo che genera più di una polemica al minuto. Ecco cosa ha raccontato Valentina.

Valentina, il ritratto di un padre comico e politico

Valentina Scarnecchia, la figlia di Beppe Grillo, racconta di un Grillo inedito, un papà premuroso e molto severo:

“Un padre al 200 per cento. E’ venuto a prendermi in discoteca alle 3 di notte, mi ha portato dal dentista”.

Ormai  37enne, Valentina, chef e foodblogger e ora conduttrice sul canale Alice del “Piatto forte“. A Vanity fair, nel numero in edicola, la ragazza ha raccontato del rapporto col padre famoso e la mamma Parvin Tadjk. Lei non lo chiama papà, ma Beppe:

«Ma se ci sono i miei fratelli, papà. Per ridere, a volte anche patrigno».

Eh già perchè Valentina non è la figlia naturale di Beppe, ma quella adottiva che ha cresciuto da piccola. Lei è figlia di Roberto, ala della Roma, del Napoli e del Milan tra gli anni ‘70 e ‘80. E’ proprio Beppe che l’ha portata all’altare commosso.

Beppe Grillo al matrimonio di Valentina

Il giornalista non ha potuto evitarle una domanda:

“Ma che padre è stato?”

Lei ha risposto sinceramente. Beppe è coerente fuori e nel privato. E’ stato sempre un papà permissevo. La più severa e intransigente era sua mamma. Poi racconta:

“Beppe è una persona tenera: in tutti questi anni credo abbia alzato la voce con noi figli solo un paio di volte. E aveva ragione».

La figura pubblica e quella privata, non presentano contraddizioni. Ecco cosa ha rivelato Beppe:

«È quello che vedete: un uomo caloroso e accalorato. Lo è quando sale su un palco, e lo è a casa. E quando è incazzato, non riesce a lasciare l’incazzatura fuori dalla porta. Però ha anche una vena comica che non ho mai trovato in nessuno. Quando rompevo con i fidanzati, e mi disperavo, lui era sempre il primo a chiamarmi e a farmi ridere».

“Ho perso lavori in tv perché sono sua figlia”

Ma qual è lo schieramento politico della famiglia del grillino? Ovviamente, sono tutti del Movimento, anche se precisa:

«può capitare che la si pensi in modo diverso. Mi rendo conto che le persone che vedono Beppe da fuori lo immaginano come uno che detta legge ovunque, ma non è così».

Di certo, da piccola avere un papà così famoso le ha permesso di avere attorno tante persone, ma è stato difficile distinguere i veri amici dagli approfittatori. Anche sul lavoro il suo cognome è stato spesso ingombrante:

“Mi sono sentita dire dei no, e non per colpa mia. Un paio di volte mi è stato detto: “La rete tv non vuole”. Chi leggerà queste parole saprà di che cosa parlo. E quella è stata la cosa più ingiusta che mi sia capitata perché io, in Tv, faccio i paccheri fritti, non mi occupo di politica. Anche Beppe ci è rimasto malissimo».

Il 21 luglio Grillo compirà 70 anni. Ma ha già detto a tutti i famigliari di non voler festeggiare:

«perché lui non vuole. O meglio, festeggeremo senza che lui se ne accorga troppo».

Con ironia conclude rivelando in che modo farà gli auguri del suo paà:

«Gli manderò dei messaggi WhatsApp lunghissimi e pieni di cuori. Lui li legge e non risponde mai».

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!