Matteo Salvini, i vescovi furiosi contro il ministro leghista: ‘Va fermato subito…’

Matteo Salvini, i vescovi furiosi contro il ministro: ‘Va fermato subito’

Invece di predicare la fede e la salvezza delle anime, molti uomini di Chiesa fanno la predica al leader della Lega Nord Matteo Salvini. Da alcune settimane, ovvero da quando il ministro dell’Interno ha chiuso i porti italiani ai migranti, tantissimi sacerdoti si sono preoccupati solo alle vite al di là del Mediterraneo. Nelle ultime ore, infatti, alcuni vescovi hanno fatto delle forti affermazioni contro il segretario del Carroccio.

Alcuni uomini di chiesa contro la politica del neo ministro dell’Interno Matteo Salvini

Alcune decine di preti avrebbero sottoscritto una lettera indirizzata ai vertici della Cei (Conferenza Episcopale Italiana). Per quale motivo? A quanto pare per denunciare una crescita costante nel nostro Paese di una cultura legata al razzismo e alla xenofobia che porterebbe a maltrattare gli immigrati. Allo stesso tempo, oltre seicento firmatari di questa missiva contestano la strumentalizzazione di simboli religiosi (crocifissi, rosari, Bibbia, ecc) in modo blasfemo. Ovviamente questi preti si sono riferiti a Matteo Salvini. Secondo loro, infatti, con una mano caccerebbe via gli immigrati dall’Italia e con l’altra stringerebbe forte il rosario.

Il buon cristiano non deve stare dalla parte di Matteo Salvini: le parole choc di alcuni preti 

Secondo questi uomini di chiesa, il vero uomo di fede è quello che accogliere gli immigrati ad oltranza spalancando le porte a tutti coloro che vengono dall’altra parte del Mediterraneo. Inoltre, secondo loro ogni immigrato è Dio stesso perché con essi Cristo si identifica. Per questo motivo molti vescovi sono intervenuti per chiarire la situazione, facendo intendere da che parte deve stare un buon cristiano: con Matteo Salvini o contro di lui. Arriverà la replica da parte del leader della Lega? Molto probabilmente lo farà nelle prossime ore attraverso i suoi profili social.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!